Sapreste indovinare a quale dispositivo sono più legati i millenials?

Matteo Bottin Spoiler: lo smartphone. Ma era facile, no?

Samsung, tramite il suo Trend Radar, ha voluto studiare le abitudini tecnologiche dei millenials, ovvero di quella fascia di utenti di età compresa tra i 20 e i 35 anni. Ne ha intervistati 1.500, e questi sono i risultati.

Ovviamente, il dispositivo più amato è lo smartphone (89%), tanto che per un giovane su due dimenticarlo a casa è fonte di noia in quanto “compagno insostituibile” (83%) o “scaccia-noia” (81%).

La motivazione principale risiede nel fatto che lo smartphone è diventato il mezzo di comunicazione per eccellenza con il quale “mantenere i contatti con il resto del mondo” (92%), ma non solo: per molti (71%) è il protagonista indiscusso dell’outfit mentre per una fetta più ristretta (41%) detta lo stile di una persona, tanto che per un giovane su tre marca e modello del telefono bastano per giudicare chi si ha di fronte.

Una fetta più ristretta dei millenials punta tutto su personalizzazione: il 28% ama personalizzare lo schermo, il 27% cambia cover in base all’outfit mentre il 21% e il 13% puntano di più sul personalizzare suoneria e icone dello smartphone. Se vi fanno paura questi dati, pensate che se 1 ragazzo su 3 spende un’ora al giorno per la cura della propria immagine, il 50% del proprio tempo è dedicato alla cura del proprio smartphone.

E come viene usato lo smartphone? Ben l’82% lo usa principalmente per postare foto e video, e tra questi il 31% preferisce postarle subito, mentre il 21% preferisce ritoccarle con app di fotoritocco. E solo una piccola fetta non riesce a passare completamente al digitale: il 6% ancora stampa le foto.

Quali sono i fattori principali di scelta di uno smartphone? Prima di tutto la realizzazione di foto e video di qualità (48%), poi confort e design (45%), dimensioni dello schermo (33%), prezzo (28%) e marca (23%).

E come si sceglie uno smartphone? Il 43% si fida di amici e familiari, il 36% di riviste online (come le nostre recensioni), il 18% degli influencer e, infine, il 3% segue le riviste specializzate.

Insomma, secondo Samsung queste sono le abitudini dei millenials. E se voi doveste trovarvi nella fascia tra i 20 e i 35 anni, vi ritrovereste in questa descrizione?

Fonte: Samsung
  • Six

    Cosa sono le riviste specializzate?

    • sailand

      Credo roba da perversi masochisti che godono a pagare per avere notizie vecchie di almeno un mese se non più. Ma forse sono ormai solo una leggenda metropolitana.
      O forse solo una risposta data a cavolo ad un sondaggio mal copiato da un altro argomento.

  • sailand

    Oh che ardua domanda, troppo difficile immaginare una risposta. Il walkman a cassette? La radiolina a transistor? La lavastoviglie?