Il mercato smartphone in Europa si incaglia, ma Huawei cresce più di tutti (ancora per poco?)

Edoardo Carlo Ceretti Samsung consolida il primato, mentre Huawei si avvicina. Tuttavia, i suoi guai con il governo statunitense potrebbero porre fine alla sua corsa.

La salute cagionevole sofferta dal mercato smartphone a livello globale si ripercuote inevitabilmente anche sul piccolo mercato europeo (pari al 14,5% delle quote mondiali), che sembra essersi arenato, tanto da far registrare un calo del 3% su base annua, nel primo trimestre del 2019. Anche la situazione delle forze in campo è fluida, con Huawei che prosegue nella sua rincorsa al vertice, ma con la spada di Damocle del ban a stelle e strisce che pende sulla sua testa.

Il primato spetta ancora a Samsung che si conquista il 31% delle quote di mercato complessive (+1%), mentre al secondo posto si issa proprio Huawei (26% di market share, +11%), che supera di slancio Apple (21%, -2%). Dopo un inizio travolgente, rimbalza un po’ Xiaomi (4% delle quote, -1%), che rimane comunque la quarta forza assoluta, davanti alla sorprendente Alcatel (2%, +1%).

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10+ vs Huawei P30 Pro, il confronto

Prendendo in considerazione nello specifico il mercato europeo occidentale, fa registrare il declino più consistente (-6% su base annua) e vede Apple primeggiare su Samsung e la solita Huawei, che cresce forte specialmente nel Regno Unito, in Germania e in Italia. Il colosso cinese è dunque quello che corre più forte (+70% nelle vendite, comprendendo Honor) nello stantio mercato del Vecchio Continente, ma attendiamo di vedere se l’affair USA-Cina avrà serie ripercussioni su scala globale – e, soprattutto, di quale entità.

Fonte: Counterpoint Research