Da oggi chiamare e inviare SMS verso altri Paesi dell’Unione Europea non sarà più un salasso

Edoardo Carlo Ceretti Massimali ridotti e uniformati in tutti i Paesi membri.

L’introduzione del roaming like at home all’interno dei Paesi membri dell’Unione Europea sta per compiere 2 anni, una novità che ha rivoluzionato il modo di viaggiare di tutti i cittadini europei. E ora è tempo di un nuovo importante tassello: la riduzione dei massimali delle tariffe di chiamate ed SMS verso numeri europei.

A partire da oggi, 15 maggio 2019, chiamare dal vostro numero italiano verso un numero di un Paese appartenente all’UE costerà un massimo di 19 centesimi di euro al minuto (+IVA), mentre inviare un SMS costerà al massimo 6 centesimi di euro (+IVA). I nuovi massimali riguardano i privati cittadini, dunque i numeri aziendali sono per ora esclusi.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte Telefoniche

La novità si è resa necessaria per continuare a tutelare al meglio i cittadini europei, che in precedenza arrivavano a pagare anche 3 volte il costo della tariffa al minuto prevista nel loro Paese e 2 volte il costo per ciascun SMS. Ora la palla passa agli operatori di telecomunicazioni che operano nell’UE, che dovranno informare i propri clienti circa i nuovi massimali.

I massimali previsti per le chiamate all’interno dell’UE costituiscono un esempio concreto di come il mercato unico digitale incida nella vita quotidiana delle persone. In effetti, con la costruzione del mercato unico digitale sono stati creati 35 nuovi diritti e libertà digitali. Nel complesso, le nuove norme in materia di telecomunicazioni aiuteranno l’UE a soddisfare le crescenti esigenze di connettività degli europei e a rafforzare la competitività dell’UE.

Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale

Dopo aver abolito le tariffe di roaming nel 2017, l’UE ha ora adottato misure contro le tariffe eccessive per le chiamate transfrontaliere dal proprio paese. Grazie a queste due azioni, i consumatori europei sono ora ampiamente tutelati contro le bollette esorbitanti quando chiamano un qualsiasi numero europeo, sia nel proprio paese che all’estero. È uno dei numerosi risultati concreti conseguiti dal mercato unico digitale.

Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l'Economia e la società digitali

Via: Mondo 3
  • TheJedi

    Quindi adesso se uso la tariffa a consumo del mio telefono per chiamare spendo di più per chiamare in Italia che in UE. Ottimo.

    • ILCONDOTTIERO

      Prova e vedi se paghi di meno . Io ho verificato ho tutto come alle origini . Di solito dovrebbe arrivare un avviso scritto via sms che scommetto nessuno ha avuto la ” fortuna ” di vedere .

      • TheJedi

        Al solito gli operatori nostrani ci metteranno 6 mesi e qualche multa per adeguarsi, multa inutile visto che con i soldi in più che hanno ottenuto sono molto maggiori alla sanzione.

  • Gabardino

    Intanto stanno tutti rimodulando. Fantastico!

    • ILCONDOTTIERO

      Verifica il tuo contratto , io trovo ancora la tariffa vecchia . E aggiungo non mi sono arrivati sms di avviso di cambio tariffa .

  • ILCONDOTTIERO

    Ho appena verificato , tutte tariffe uguali a prima della serie se uno non lo sa paga e non si accorge che non usa le tariffe agevolate .
    Ah …ci scusi ci era sfuggita …e intanto chi non si accorge zaaac .