La corsa ai megapixel è tornata di moda: Samsung presenta un sensore fotografico da 64 MP!

Edoardo Carlo Ceretti Dopo l'epoca dell'apertura del diaframma, nel mondo degli smartphone ricomincia l'era dei megapixel.

Con prestazioni sempre più livellate e design che faticano a distinguersi in modo netto, sempre più spesso la partita fra gli smartphone più ambiziosi si gioca sul campo della fotografia. Se negli anni scorsi abbiamo assistito ad una grande attenzione rivolta all’apertura del diaframma e alla capacità delle fotocamere mobile di scattare in modo soddisfacente anche in condizioni di scarsa luminosità, da qualche mese stiamo assistendo al ritorno di fiamma dei megapixel. E a guidare l’innovazione è, come spesso accade, Samsung.

Il colosso coreano ha infatti annunciato una nuova serie di sensori fotografici per smartphone, in cui spicca senza dubbio ISOCELL Bright GW1. Si tratta di un sensore da ben 64 megapixel, capace di realizzare scatti di una definizione impareggiabile per tutti gli altri. Per raggiungere lo scopo, Samsung ha dovuto ridurre fino a 0,8 μm la dimensione dei pixel. Ma non mancherà nemmeno il ricorso ad algoritmi per scattare in modi più versatili.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy S10+

Chi conosce i rudimenti della fotografia digitale sa infatti che tanti pixel minuscoli significano alto rischio di rumore digitale, in condizioni di illuminazione non ottimale. Per questo ISOCELL Bright GW1 potrà utilizzare la tecnologia Tetracell che, unita all’algoritmo remosaic, consente di unire 4 pixel in 1 e scattare foto eccellenti anche di sera, alla risoluzione di 16 megapixel. C’è poi il supporto all’HDR a 100 dB, ben superiore a quello mediamente raggiunto dai sensori mobile (circa 60 dB), ma più vicino a quello dell’occhio umano (stimato in 120 dB).

ISOCELL Bright GW1 non si dimentica nemmeno della ripresa video, che gioverà di Super PD, un sistema di autofocus a rilevamento di fase che si preannuncia fulmineo, e della capacità di girare in full HD a 480 FPS, per slow motion eccellenti. Infine, Samsung ha anche annunciato ISOCELL Bright GW2, un altro sensore mobile che adotta i medesimi accorgimenti, ma dotato di risoluzione nativa di 48 megapixel. Il produttore coreano si aspetta di iniziare la produzione di massa dei due sensori nella seconda parte di questo 2019.

Fonte: Samsung