Finalmente potete archiviare le chat su Telegram! Ma l’ultimo aggiornamento porta anche molte altre novità (foto)

Roberto Artigiani

A distanza di poco più di un mese dall’ultimo aggiornamento – e in attesa dell’arrivo della sua criptovaluta – la popolare app di messaggistica di Pavel Durov riceve sale un altro gradino arrivando alla versione 5.6. Come al solito le novità non sono poche, per cui bando alle ciance e andiamo a vederle una per una.

Partiamo da una funzione tanto comoda quanto semplice: l’archiviazione. Ora potete archiviare le conversazioni per ripulire la lista e magari separare le chat private da quelle di lavoro. Per farlo basta eseguire uno swipe verso sinistra. Quando una chat archiviata riceverà un nuovo messaggio tornerà tra quelle attive, a meno che non l’abbiate silenziata in questo caso rimarrà nell’archivio per sempre.

Per far sparire la riga delle chat archiviate basta eseguire uno swipe a sinistra, la ritroverete in fondo alla lista, ma se ci ripensate basterà effettuare uno swipe verso il basso per farla ricomparire in cima a tutte. Le conversazioni archiviate possono essere bloccate (pin) in modo da mantenerle in ordine a vostro piacimento, quando torneranno attive e le archivierete di nuovo le ritroverete nello stesso ordine.

L’aggiornamento sveltisce l’esecuzione di alcune operazioni grazie alla possibilità di eseguire azioni massive (bulk actions). Così facendo noterete le nuove icone – che per Android appaiono anche nel menu che appare con una pressione lunga su un messaggio – in Material Design. Anche la selezione multipla dei messaggi è stata rivista ed appare più elegante.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità Apple del WWDC 2019

Nelle impostazioni potete scegliere di mostrare fino a tre righe di messaggi nell’anteprima della conversazione (finora il massimo era due) e si possono ora selezionare più destinatari nel menu di condivisione. È stata semplificata anche la condivisione degli sticker con un menu apposito, mentre le icone se inviate senza testo di accompagnamento, non saranno più contornate dal fumetto assumendo così un aspetto simile agli sticker.

Solo su iOS il pin di accesso è stato portato da quattro a sei cifre ed è stata inserita la possibilità di cancellare gli sticker usati di recente. Infine ci sono tre piccole novità che potranno incidere non poco sull’uso quotidiano dell’app: si può modificare il destinatario di un inoltro prima dell’invio (senza dover annullarlo e ricominciare daccapo), potete copiare il link a uno specifico punto di una conversazione e inoltrarlo altrove e sarà evidente sin dalla schermata principale quali utenti sono attivi grazie a un pallino verde in basso a destra dell’avatar tondo (come avviene su Facebook Messenger, per intenderci).

  • Scorri a sinistra su una chat per archiviarla.
  • Scorri a sinistra sull’archivio per nasconderlo.
  • Fissa un numero illimitato di chat nell’archivio.
  • Guarda chi è online dalla lista chat e dal menu di condivisione.
  • Seleziona più chat per eliminarle, fissarle o archiviarle.
  • Scegli tra due o tre righe nella visualizzazione chat.
  • Goditi l’icona e i menu ridisegnati.
  • Usa i pulsanti rapidi “Inoltra” quando selezioni i messaggi in una chat.

Fonte: Telegram
  • Mariux Revolutions

    L’ho già detto e lo ripeto: quando il grande Pavel Durov e il suo team si decideranno ad introdurre anche le videochiamate, per me “VàZapp'” sarà ufficialmente morto