Entro il 2020 direte addio al jack per le cuffie. O, almeno, molti di voi lo faranno (foto)

Matteo Bottin Entro il 2020 il mercato delle cuffie true wireless crescerà circa del 280% rispetto al 2018.

Il mondo della telefonia si sta spostando sempre di più verso l’eliminazione del jack delle cuffie. Mentre per molti la presenza di quella porta è fondamentale nell’acquisto di un nuovo smartphone, per altri non lo è e, anzi, entro il 2020 questo numero crescerà sempre di più.

Una ricerca compiuta da Counterpoint Research’s Emerging Technology Opportunities (ETO) ha stimato che per il 2020 il mercato delle cuffie true wireless arriverà ad un volume di 129 milioni di unità. Se questo numero non dovesse dire nulla, sappiate che nel 2018 il volume è arrivato a 46 milioni (di cui 35 milioni di sole AirPods).

Il 2019 sarà l’anno della svolta: secondo Peter Richardson, Research Director, quest’anno i produttori sforneranno grandi innovazioni nel campo, i quali traineranno le vendite “evolvendo le abitudini digitali”. Inoltre, gli assistenti vocali (come Assistant o Alexa) daranno una mano ad aumentare ulteriormente la richiesta.

Per capire meglio il mercato futuro, Counterpoint ha studiato il mercato attuale: il brand preferito dai consumatori è Apple, ma la motivazione principale che sta dietro ad una scelta dipende da cosa un consumatore cerca. Infatti, secondo la ricerca, il 68% degli utenti preferisce Apple per via del comfort delle cuffie, mentre il 72% preferisce Bose per la qualità del suono.

LEGGI ANCHE: Recensioni auricolari

Insomma, pare che questo 2019 ci riserverà delle sorprese. Voi siete già passati alle cuffie wireless o siete ancora fedeli al jack per le cuffie?

  • Psyco98

    Beh, scegliere bose per la qualità del suono la dice lunga…

    • Wow

      Stavo per scrivere la stessa cosa.. d’altro canto ciò che piace alle masse è Apple quindi non si può pretendere molto

      • Aristarco

        personalmente il problema è un altro, io odio le cuffie con il gommino e adoro quelle in ear di apple, infatti al momento uso quelle con il filo su samsung, ma quest’anno dovrò comprare delle cuffie wireless e avendo s8 credo che prenderò le icon x anche se le trovo scomode, ma non tutti la pensano come me

      • Leonard

        Sciocchezza, non c’è NESSUNO che abbia provato le earpods e che non le abbia amate, ancora oggi in molti le consigliano per comodità ed eleganza, non lo dico da fan apple, anzi per me negli ultimi tre anni è l’unico prodotto buono che hanno fatto

      • Berserker02

        In realtà no, visto che la percentuale di eapple non è certo stratosferica.
        Per fortuna, oserei dire.

    • Flavio Valle

      Bose fà cuffie di tutto rispetto a differenza di tutto il resto che é purtroppo impietoso. Lo scegliere bose é legato al fatto che utilizza un miglior dac interno e il noise canceling che creo ai tempi per l’aviazione e poi diventato popolare con gli ultimi modelli di cuffie da “aeroporto” cercando di restare nei 300€ rimasi combattuto tra le bose (non ricordo il modello) e le B&W P7 alla fine le P7 hanno dimostrato di essere migliori per le mie orecchie, ma tutto il resto che passó alla mia rassegna prima fu della vera spazzatura, le robe inascoltabili sono le beat, ammasso di plastica senza senso. Io comunque sono fedele al caro buon Jack e il prossimo telefono sarà un LG V30 o V40 dipende da quello che suonerà meglio per i miei gusti.

      • Psyco98

        Dunque: sul noise cancelling niente da dire, sono avanti anche perché sono tra i primi che hanno iniziato a svilupparlo nelle cuffie e auricolari.
        Sul suono è buono, sì, ma non esiste un solo modello che non sia imbottito di bassi. Un qualcosa un minimo naturale di certo non si può ritrovare nelle bose. Schifo non fanno, ma per quanto costano e per quanto la gente gli vada dietro uno si aspetterebbe molto di più.
        Le beats non parliamone, che mi viene lo sconforto solo a pensarci.

    • Karellen

      Dipende a cosa le confronti, se il confronto era tra earpods e bose non vedo strano che un sacco di gente le preferisca rispetto alle earpods! Poi il fatto che per eoni le cuffie consumer avessero avuto dei bassi pressochè assenti ha fatto in modo che al giorno d’oggi gran parte della gente pensi che se delle cuffie hanno dei bassi potenti siano automaticamente dei prodotti di qualità, senza preoccuparsi che effettivamente il suono sia buono o meno…

      • Psyco98

        Eh, tra apple e bose ovvio. Peccato che la gente conosca solo due brand e mezzo…

        • Karellen

          Esatto, ma spesso comunque prendono le aukey o qualsiasi cosa che sia su amazon sotto a 19.99, spedizione inclusa con prime! E il bello è che poi ti dicono “ma sai che si sente proprio bene?”, grazie di avermi informato, adesso posso buttare le fostex, l’amplificatore a valvole ed il dac!

          • Psyco98

            Che per la maggior parte degli utilizzi vanno pure bene, il fastidio sale quando parlano di bose (e certi addirittura beats) come brand che fa cuffie di qualità eccezionale. Se le Bose sono di alto livello anche solo 1more e RHA come dobbiamo classificarle?

  • Lilloball_17

    Se i “Professionisti della Musica” usano ancora Cuffie e Monitor cablati , che ci sia un perche’.???

    • realist

      Anche pulsanti enormi stile anni 70.

    • Berserker02

      Perchè è gente pratica. E hanno bisogno della qualità che le wireless si sognano.

  • Flavio Valle

    Le persone ascoltano mp3 di pessima qualità spesso e volentieri, la musica é morta nei fine anni 90 grazie al progresso della tecnologia, i poveri superstiti più che cantanti sono ormai degli eroi. Solo lg propone dei telefoni capaci di suonare con la serie V, i pochi romantici rimasti ormai prenderanno la strada per un buon dap da portarsi a giro con delle cuffie decenti e un abbonamento a tidal, forse l’1%

  • Pietro Smusi

    Penso sia comunque riferito al mercato mobile. Personalmente da 3 giorni anche io mi sono convertito, il solo fatto di poter ballare lasciando il telefono sua mensola è un plus per me. Poi si possono isare anche gli assistenti vocali, che sebbene presenti anche sul cablato somo comunque un aspetto da non sottovalutare. Chiaro che per ascoltare a casa uso comunque il caro vecchio jack.

  • Karellen

    Anche io per il 2020 credo che abbandonerò il jack delle cuffie, ma in favore dell’xlr, non certo del bluetooth! Simpatico come alla fine apple abbia rotto i maroni a tutti rimuovendo i jack, ma alla fine sia stata premiata diventando il primo produttore di cuffie true wireless e facendo più soldi di prima!
    Comunque dubito che il jack sia morto, semplicemente è morto per quanto riguarda il settore smartphone. Siamo semplicemente tornati ai livelli di 10-15 anni fa. Peccato perchè lo smartphone aveva preso la fetta di mercato dei lettori mp3 economici, costando meno (la funzione era gratis sullo smartphone) con una qualità simile se non superiore e comodità di averlo sempre con sè, mentre ora si forza a spendere di nuovo di più per un qualcosa che a molti potrebbe non servire. Di fatto comunque per chi vuole una certa qualità non è cambiato mai niente. Come dire che il mondo dei videogiochi sia morto perchè il 99% dei giochi che escono è free to play per smartphone in cui devi pagare per vincere, ignorando che il mercato console/pc continua bene o male con i suoi ritmi e la sua qualità…

  • emiliano

    Bè diciamo che probabilmente lo toglieranno per la fascia top degli smartphone, nei medio e bassi gamma credo che per alcuni anni, alcuni produttori continueranno a lasciarlo..