Boom del mercato wearable sul finire del 2018: Apple regina incontrastata, ma si fa largo un pericoloso rivale

Edoardo Carlo Ceretti

I dispositivi indossabili non sono di certo l’ultima frontiera tecnologica, ma il loro successo sta iniziando ed entrare nel vivo proprio ora, dopo qualche difficoltà vissuta nei primi anni dal loro debutto, probabilmente a causa di tecnologie ancora acerbe. In futuro, il campo di applicazione dei wearable sarà sempre più vasto, ma già ora sta dando decisi segnali di crescita. Secondo il report di IDC infatti, nell’ultimo trimestre del 2018 l’incremento complessivo è stato pari al 31,4%, con ben 59,3 milioni di dispositivi indossabili spediti.

A giovare dell’impennata dovuta al periodo natalizio è stata ancora una volta Apple, che si conferma padrona del mercato grazie ai 16,2 milioni di Watch spediti, che le valgono oltre un quarto (27,4%) delle quote di mercato complessive. Dietro di lei, prova affannosamente ad inseguire Xiaomi, con il 12,6% di market share, forte di 7,5 milioni di wearable spediti (+43,3% rispetto all’anno precedente).

LEGGI ANCHE: Huawei Watch GT, la recensione

A crescere più di tutti è però Huawei, che si conquista il terzo gradino del podio a suon di un +248,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, con 5,7 milioni di unità spedite (9,6% delle quote) e i propositi di dare filo da torcere in futuro ai rivali di Cupertino. Non decolla FitBit, che cresce solo del 3% e si deve accontentare del quarto posto e del 9,4% di market share. Chiude la classifica Samsung, che non riesce a far valere la sua forza, riuscendo a spedire soltanto 4 milioni di unità (6,8% delle quote totali), seppur in forte crescita rispetto ad un anno fa (+105,6%).

Dando una rapida occhiata anche ai risultati relativi all’intera annata 2018, i dati proseguono sulla falsariga di quelli appena descritti: Apple è in testa con 46,2 milioni di unità spedite e il 26,8% di quote di mercato, seguita a debita distanza da Xiaomi (23,3 milioni di unità, 13,5% di market share). Il terzo posto in questo caso spetta a Fitbit (13,8 milioni, 8%), che tuttavia non sorride dato il calo del 10% rispetto al 2017. Le si accodano infine Huawei (11,3 milioni, 6,6%) – che anche in questo caso fa registrare la crescita più consistente, con un eccellente +147,3% – e Samsung (10,7 milioni, 6,2%).

Mercato wearable IDC quarto trimestre 2018

Mercato wearable IDC intera annata 2018

Fonte: IDC