La chiamata per disattivare Lo Sai e Chiama Ora di TIM vi costerà ben 3,99!

Giuseppe Tripodi -

Lo Sai e Chiama Ora di TIM sono due servizi che servono, rispettivamente, di sapere se qualcuno ci ha cercato mentre non eravamo disponibili (telefono spento, occupato, etc) e di scoprire quando un numero che abbiamo provato a chiamare senza successo è tornato disponibile.

Le due opzioni sono acorpate sottoun unico servizio, dal costo anticipato di 1,59€ al mese. Sebbene non sia obbligatorio, spesso vengono attivate automaticamente a chi passa a TIM (anche considerando che il primo mese è gratuito).

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte TIM

Tuttavia, adesso TIM ha introdotto un esoso costo per disattivare Lo Sai e Chiama Ora tramite il servizio clienti. Chiamando un operatore al 119, la disattivazione dei servizi avrà un costo di ben 3,99€. Al contrario, non è prevista alcuna spesa per chi li disabilita tramite strumenti automatizzati come l’Area Clienti del sito o MyTIM.

Si tratta evidentemente di un’operazione per disincentivare i clineti a contattare il servizio clienti e rivolgersi agli strumenti automatici, ma siamo piuttosto sicuri che gli utenti non saranno molto contenti di questa novità.

Via: MondoMobileWeb
  • meibi

    Se le inventano tutte per fottere l’utente finale.

  • snke

    Io non ho parole…e un utente anziano come fa?! Specie se hanno un feature phone e non uno smartphone

    • carlo

      chiede al nipote che ha internet anche sull’orologio. se da anziano non hai un sistema di supporto i tuoi problemi sono ben più gravi dello spendere 4 euro per disattivare delle opzioni sul cellulare.

      • snke

        Quando cercate di giustificarli mi fate incazzare ancora di più! Ma dei costi mensili delle offerte e dei costi delle tariffe a consumo cosa se ne fanno?? Per farti un esempio, a mia zia gli hanno fregato la bellezza di 3€ al giorno perché quella povera cristana per sapere il credito chiamava il numero apposito che ora é diventato a pagamento. Ed ovviamentde ha una tariffa a consumo. Ti pare normale?

        • carlo

          la legge non ammette ignoranza. è la base di ogni società civile, in italia da un po’ invece siamo a è sempre colpa degli altri se sbaglio.

          • snke

            É chiaro che Tim ti dà a mangiare sennò non spareresti ste porcate

          • carlo

            altra bruttura dell’italiano medio anno domini 2019, c’è sempre un complotto dietro. ho una sim iliad una ho. e in famiglia nessuno ha un abbonamento mobile tim, con loro solo telefonia fissa e fibra per ragioni di opportunità. quindi no, non dico porcate e non mi pagano, si chiama buon senso e senso di responsabilità personale, sentimenti rari in questa italia contemporanea.

          • snke

            A casa mia si chiama: dare giudizi sulle persone senza sapere un c4zz0. A maggior ragione che sei cliente della concorrenza mi viene da pensare, ma ci sei o ci fai?! Ritornando in tema, ci sono costi sostenibili su alcuni servizi e costi non sostenibili. Di fatto, alcuni della concorrenza non fanno pagare questi servizi o li fanno pagare meno; 1,60 ancora ancora ci sta, ma i 4€ di disattivazione non sono legali da applicare (ed é gia la 2a volta che ci provano) e si sono gia beccati una multa dall’Agcom per questo.

          • carlo

            É chiaro che Tim ti dà a mangiare sennò non spareresti ste porcate
            tanto per rimanere su spari giudizi senza sapere un c4zz0.

          • snke

            “la legge non ammette ignoranza. è la base di ogni società civile, in italia da un po’ invece siamo a è sempre colpa degli altri se sbaglio.”
            Go home you’re drunk

          • carlo

            di ubriaco ci sei solo tu, di scuse e giustificazioni.

  • carlo

    e dove sarebbe il problema? siamo a meno della metà del costo medio per la telefonia mobile in europa, ovvio che cerchino di tagliare le spese o di monetizzare servizi, esiste una area clienti accessibile da internet dove è possibile disattivare l’opzione, se non si sa come fare basta googolare, chiedere sui canali social aziendali o chiedere al classico amico, parente, nipote vicino di casa.