L’Italia è il paese con le tariffe telefoniche medie più basse d’Europa: l’avreste mai detto? (foto)

Vincenzo Ronca

La Commissione Europea ha condotto un interessante studio sulle tariffe telefoniche degli operatori mobili nei diversi mercati europei. Il risultato forse vi sorprenderà: gli operatori italiani hanno le tariffe medie più basse d’Europa.

Per avere un metro di giudizio equo, la Commissione ha considerato dei “panieristandardizzati di prodotti telefonici: quello basilare include 30 chiamate, 100 MB di traffico dati e 100 SMS, quello top include 5 GB di traffico dati, 100 chiamate e 140 SMS. Inoltre, per generalizzare l’analisi sono stati considerati anche dei pacchetti virtuali di solo traffico dati.

LEGGI ANCHE: le migliori offerte telefoniche

I numeri ed i grafici riportati nella galleria in basso non lasciano spazio a troppe interpretazioni: gli operatori italiani figurano spesso tra i più economici in assoluto nei pacchetti standard considerati. In particolare, in 9 pacchetti standard le offerte di Wind Tre e Vodafone sono risultate le più basse d’Europa. La seconda immagine in galleria conferma tutto questo, mentre le successive mostrano come solo Polonia, l’Austria, la Francia, la Finlandia e Regno Unito presentano dei prezzi competitivi.

Le tariffe più care sono risultate quelle degli operatori ciprioti e cechi. Nell’analisi non sono stati inclusi gli operatori virtuali. I dati sono stati raccolti nel febbraio 2018 e pertanto Iliad non è incluso nell’analisi: sarebbe stato interessante vedere l’influenza su questi risultati della contrazione dei prezzi degli operatori italiani dopo il suo arrivo.

Per ulteriori informazioni e dettagli sul report stilato dalla Commissione Europea vi rimandiamo alla pagina dedicata sul sito ufficiale, dove potete reperire anche il documento completo.

Via: Tom's HardwareFonte: Commissione EU
  • Pol Pastrello

    Sarebbe interessante la stessa classifica rapportata allo stipendio medio. Perché guardare questa classifica solo con il prezzo medio potremmo pure risultare tra i più economici ma andrebbe rapportata al potere d’acquisto di un consumatore per capire se è veramente così bassa come viene affermato.

  • funcool

    sarebbe interessante sapere se anche all’estero le compagnie telefoniche attivano servizi non richiesti, ovviamente a pagamento che quindi subdolamente alzano il costo totale. Mia moglie, dopo essere passata a TIM, si ritrovava sempre senza credito e andando a spulciare nei resoconti mensili, sono saltati fuori ben 3 servizi che lei non aveva mai richiesto che toglievano, ognuno, dai 4 ai 7 euro senza che lei ne abbia mai usufruito (perchè manco sapeva di averli attivi e assolutamente inutili). Ora mi chiedo, perchè TIM attiva questi servizi automaticamente senza chiedere al cliente se li vuole? Forse per arrotondare? Nel qual caso per forza che abbiamo le tariffe più basse…

    • Pol Pastrello

      I polli è meglio spennarli una penna alla volta altrimenti se ne accorgono se li spenni completamente con un unica azione! 😉

  • Zeronegativo

    vabbè ma basta cercare le offerte e qualcosa di buono si trova, ad esempio l’italianissima optima su rete vodafone credo che abbia le migliori tariffe del mercato – ma tutti che osannano iliad.

    • Pol Pastrello

      Optima che? Ha delle tariffe peggiori che non quelle di Ho o di Kena … ma per carità!
      Casomai attendiamo Plintron e vediamo se dopo la prima “bordata” di Iliad ed il successivo riallineamento ci saranno ancora un nuovo calo …

      • Zeronegativo

        Sei serio?
        Ogni mese fanno offerte, quella di febbraio interessante era Optima 20 Special San Valentino Edition – 1000 minuti di chiamate verso tutti i numeri nazionali, 1000 minuti verso numerazioni Optima, 100 SMS verso tutti e 20 Giga di internet in 4G a 4,90 euro al mese.
        Eh si, proprio peggio di iliad, hai ragione, del resto si sà che la rete vodafone fà pena

  • L0RE15

    Più che il mero costo avrei preferito un’analisi che identificasse il miglior rapporto qualità-prezzo. Perché a guardare solo il prezzo non è che si fanno dei grandi affari. O meglio, si pensa di farli all’inizio poi son dolori su tutti gli altri fronti (assistenza, qualità del servizio, clausole nascoste, penali, ecc).

  • Salvatore Donadio

    Tutto merito di ILIAD, speriamo che possa entrare presto anche nel mercato del telefono fisso, per riuscire finalmente ad avere dei cali drastici anche li…