Primi problemi per il 5G: privacy a rischio per colpa di 3 vulnerabilità critiche

Vezio Ceniccola

La nuova tecnologia di rete 5G è appena nata, ma sembra avere già qualche problema di sicurezza. Anzi, a quanto pare i problemi riguardano anche la vecchia generazione di reti mobili, quelle con tecnologia 4G, che potrebbero essere “bucate” per tracciare le telefonate degli utenti.

Stando alle ricerche condotte dai ricercatori di alcune importanti università, sia il 4G che il 5G sarebbero affetti da tre vulnerabilità di non poco conto. La più pericolosa, chiamata Torpedo, sarebbe in grado di dare accesso alle chiamate in arrivo e alla posizione del dispositivo in uso dall’utente, mettendo a rischio la privacy e i dati personali.

Le vulnerabilità riguardano le reti 4G e 5G di tutti gli operatori e sono risolvibili solo modificando gli standard di rete. La GSMA, organismo che si occupa proprio dei protocolli di rete, è già al corrente di questi problemi e si sta occupando di sistemare ogni falla di sicurezza.

LEGGI ANCHE: Cos’è il 5G?

Ci teniamo a dire che, con molta probabilità, queste vulnerabilità non sono ancora state sfruttate per eventuali attacchi, dunque gli utenti dovrebbero essere ancora al sicuro. Si spera, in ogni caso, che tutti i problemi possano essere risolti nella maniera più rapida possibile, in modo da offrire maggior sicurezza per le nuove reti 5G.

Via: EngadgetFonte: NDSS
  • davide

    Sono anni che le conversazioni telefoniche su rete cellulare sono da considerarsi in chiaro, questa notizia non mi sorprende… La call vocale di Whatsapp è molto più sicura di una normale telefonata.