Mahmood e pochi altri hanno una video art come copertina su Spotify

Giuseppe Tripodi In realtà non è nulla di nuovo, ma magari adesso che ce l'ha il vincitore di Sanremo ve ne siete accorti per la prima volta.

Se avete ascoltato Soldi di Mahmood su Spotify sul vostro smartphone, non avrete potuto fare a meno di notare che al posto della classica cover dell’album c’è un breve video in loop. In realtà la funzione non è affatto nuova, ma negli ultimi giorni se n’è tornato a parlare (e, almeno qui in Italia, è probabilmente merito del vincitore di Sanremo).

Le video art al posto delle classiche copertine sono state avvistate sull’app mobile già dalla fine del 2017 (quando erano ancora in fase di test sperimentale), ma si sono diffuse soprattutto durante lo scorso anno, quando sempre più artisti hanno adottato questa funzione invece delle cover statiche.

LEGGI ANCHE: Spotify blocca i “furbetti”: account disabilitato per chi usa ad blocker e app modificate

Se volete farvi un’idea di come appaiono, potete dare un’occhiata a questa playlist che ne raccoglie alcune, trovata sul forum di Spotify.

  • Karellen

    Spero non prendano piede, la copertina dell’album serve ad identificarlo a colpo d’occhio tra un mucchio di altri, che siano essi fisici virtuali. Se ci sono palette di colori e/o addirittura scene diverse si perde il senso della copertina! C’è anche il rischio che si tenda a fare queste “gif copertine” sempre più appariscenti per attirare il click, innestando un circolo vizioso simile a quello della loudness war…

    • le video copertine si vedono solo durante la riproduzione del brano.

      • Karellen

        Almeno non ci saranno liste da epilessia! Comunque per come la vedo io non avere la copertina durante la riproduzione è come tornare indietro di 15 anni agli ipod monocromatici…

        • basterebbe dare la possibilità di disattivarle.