Terrorizzati dai germi che si annidano nella tastiera del PC? La soluzione è il minuscolo UVGLO (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Si tratta di uno sterilizzatore LED peso piuma – lanciato su Kickstarter – che si serve della porta USB C/Lightning del vostro smartphone per sbarazzarsi in pochi secondi del 99,9% dei germi che popolano i tasti.

Avrete senz’altro sentito dire che uno degli oggetti insospettabilmente meno igienici in assoluto, fra quelli che maneggiamo quotidianamente, è la tastiera dei nostri computer. Tentare di pulirla periodicamente con mezzi convenzionali potrebbe non essere sufficiente per sbarazzarci di tutti i germi che si annidano fra i tasti, dunque potrebbe essere un’idea saggia munirsi di uno sterilizzatore UV. Se compatto, leggerissimo e collegabile al nostro smartphone, ancora meglio!

Questa descrizione ci conduce dritti verso UVGLO, un minuscolo sterilizzatore UV LED – dal peso di 3 grammi scarsi – dotato di una porta USB C o Lightning, tramite cui può collegarsi al vostro smartphone per alimentarsi e svolgere la sua tanto semplice, quanto salvifica funzione. In soltanto 10 secondi di applicazione infatti, UVGLO promette di uccidere il 99,9% dei germi che popolano non soltanto la tastiera del PC, ma anche qualsiasi altro oggetto di uso quotidiano, come altri dispositivi tech, maniglie delle porte, interruttori di corrente e così via.

LEGGI ANCHE: Tile Mate, la recensione

UVGLO è stato oggetto di una trionfale campagna di crowdfunding su Kickstarter, che risulta ancora disponibile per tutti coloro che desiderassero acquistarne uno, al costo di circa 13€, con spedizioni previste a partire dal mese di marzo 2019. Per ordinarlo e per trovare maggiori informazioni sul suo conto, vi rimandiamo alla pagina dedicata su Kickstarter.

  • Mario I/O

    Poi ne servirà un altro per sterilizzare lo sterilizzatore e poi uno sterilizzatore per sterilizzare lo sterilizzatore dello sterilizzatore…

  • Marco

    Si e magari poi si scopre che sono solo 2 led blu e non fanno nulla. Mi sembra la solita robaccia da kickstarter. Nella campagna si mostra anche un test condotto da un ente sconosciuto (non hanno indicato il nome) e soprattutto ci hanno messo 40 minuti, non 10 secondi.