Gli iPhone 2019 potrebbero avere tre fotocamere, USB-C e Dark Mode, dice Bloomberg

Vezio Ceniccola - Un nuovo report di Bloomberg ha fornito indizi sui nuovi modelli 2019 e 2020, oltre a qualche notizia su iOS 13 e i servizi inediti

Le vendite dei nuovi iPhone XS e XR non sembrano aver soddisfatto Apple, che si è trovata ad affrontare una situazione imprevista con il calo di entrate provocato da questi modelli. Per questo, la società potrebbe portare molte più innovazioni sui nuovi iPhone 2019 e 2020, alcune delle quali sono già state anticipate dai rumor. Un nuovo report pubblicato da Bloomberg rivela quelle che dovrebbero essere le maggiori novità dei nuovi modelli, che potrebbero avere caratteristiche hardware e software mai viste prima.

Come da aspettative, nel 2019 saranno aggiornati tutti i modelli di iPhone, dunque vedremo nuove versioni per la variante standard, per quella Max e per il nuovo serie R. Il nome di questi dispositivi dovrebbe essere iPhone XI (o iPhone 11), anche se per adesso non abbiamo ancora particolari conferme a riguardo.

Nei render trapelati nelle scorse settimane era stata avvistata una tripla fotocamera sul retro, inserita in un modulo di forma ancora incerta. Secondo Bloomberg, tale caratteristica sarà esclusiva del modello Max, quello con lo schermo più ampio, dunque non dovrebbe essere prevista sulla variante standard, che avrà probabilmente solo due ottiche.

Parlando di fotocamere apriamo una piccola parentesi che guarda ancora più nel futuro, visto che ci sono ghiotte novità per quelli che dovrebbero essere gli iPhone 2020. Bloomberg scrive che a partire da tale anno Apple potrebbe iniziare ad utilizzare i moduli basati su fotocamere con sensori laser 3D, in grado di aumentare come mai prima d’ora le capacità per la realtà aumentata. Grazie ai nuovi sensori laser integrati, probabilmente forniti da Sony, le fotocamere 3D sarebbero capaci di scansionare gli oggetti e gli ambienti inquadrati fino ad una distanza di 4,5 metri, realizzando una ricostruzione tridimensionale della scena. Si tratterebbe di un enorme passo avanti rispetto alle attuali fotocamere, che possono utilizzare l’AR solo a distanza di 25-50 cm. Quest’innovativa tecnologia laser potrebbe, inoltre, essere utilizzata anche per la creazione dei primi occhiali smart AR di Apple, che potrebbero arrivare eventualmente nei prossimi anni.

Ma ritorniamo ai modelli 2019, perché le novità non sono finite, anzi. Sempre stando alle parole di Bloomberg, proprio a partire dalla nuova serie iPhone XI potrebbe esserci uno dei cambiamenti più richiesti dagli utenti, vale a dire l’adozione dello standard USB-C. Sembra che Apple stia testando alcuni modelli dotati proprio di questo tipo di porte, ma la sostituzione della porta Lightning in favore di questa diversa tecnologia rimane per adesso ancora in dubbio.

LEGGI ANCHE: Parliamo di iPhone XI

Infine, ci si attendono innovazioni importanti anche dalla parte software, che sarà quasi certamente basata sul nuovo iOS 13. Una su tutte sarà il Dark Mode, la modalità scura per l’interfaccia di sistema, già anticipata varie volte dai rumor. Potrebbero esserci anche nuove ottimizzazioni dedicate agli iPad, al file manager e al sistema CarPlay.

Su questa versione del sistema dovrebbero fare il loro debutto anche due nuovi servizi, già anticipati nelle scorse settimane: il servizio di abbonamento per le riviste digitali e il nuovo “Netflix” di Apple, vale a dire un contenitore per i video originali prodotti da Apple.

I più attenti di voi si saranno accorti che, tra le tante novità, ne manca una di grande importanza: il supporto 5G. Né Bloomberg né altri analisti hanno citato questa tecnologia per gli iPhone 2019, segno che Apple non è interessata ad anticipare i tempi. Per la compatibilità con le nuove reti bisognerà attendere molto probabilmente i modelli 2020, ma per adesso è ancora presto per parlarne, visto che lo stesso 5G deve ancora debuttare sul mercato.

Via: 9to5MacFonte: Bloomberg