Anche Google nei guai su App Store: costretta a disabilitare una sua app per iOS

Vezio Ceniccola

Così come fatto già da Facebook nella giornata di ieri, anche Google è dovuta intervenire su una spinosa questione che coinvolge una sua app per iOS, rimuovendola dall’App Store a causa della violazione delle politiche stabilite da Apple.

L’app in questione si chiama – o meglio, si chiamava – Screenwise Meter e permetteva di monitorare l’utilizzo che gli utenti iPhone facevano del proprio dispositivo, andando a tracciare il traffico dati in entrata e in uscita. Per fare questo, il servizio utilizzava in maniera illegittima dei privilegi speciali: tali permessi non possono essere usati da tutti i publisher o gli sviluppatori, ma solo dai dipendenti di Apple, dunque questo rappresenta una violazione dei termini dell’App Store.

Per tali motivi, Google ha disabilitato l’app su piattaforma iOS e si è scusata con Apple e con gli utenti stessi, sottolineando però che si trattava di un servizio di tracciamento volontario. Per accedere al servizio, infatti, gli utenti dovevano registrarsi volontariamente all’interno dell’app e venivano premiati con gift card e altri regali.

LEGGI ANCHE: Facebook ha chiuso la sua controversa app per iOS

Al momento l’app è comunque disponibile e funzionante su piattaforma Android, dunque il cambiamento riguarda solo il sistema Apple. Non sappiamo se l’azienda di Cupertino deciderà di prendere altri provvedimenti nei confronti di Google, così come fatto per Facebook, ma rimaniamo in attesa di ulteriori comunicazioni.

Via: The Verge