McLaren “tradisce” OnePlus e fa accordi anche con Huami (Xiaomi)

Vezio Ceniccola

Sembra proprio che OnePlus non sia la sola azienda cinese ad aver stretto accordi con McLaren. Nelle ultime ore, anche Huami ha annunciato una nuova collaborazione con McLaren Applied Technologies, vale a dire la divisione tecnologica della casa automobilistica britannica.

Quando diciamo Huami ci riferiamo di riflesso a Xiaomi, società alla quale è collegato il produttore dei dispositivi della serie Amazfit. E proprio su questa serie dovrebbe essere basato l’inedito accordo con McLaren, visto che le due aziende puntato a realizzare nuovi tipi di smartwatch e smartband, adatte non solo a tracciare i parametri atletici dei piloti della scuderia, ma anche ad assicurare maggiori dettagli sul dispendio fisico per chi pratica e-Sport legati al mondo dell’automobile.

Le tecnologie sviluppate dalla collaborazione tra McLaren e Huami dovrebbero essere utili al miglioramento del tracciamento biometrico e delle performance gaming, dunque potrebbero trovare un ampio terreno d’utilizzo nei prossimi anni.

LEGGI ANCHE: Recensione OnePlus 6T McLaren

Rimane comunque la sorpresa relativa all’atteggiamento della casa automobilistica. Solo qualche settimana fa è stato presentato il nuovo OnePlus 6T McLaren Edition, uno dei dispositivi che ha fatto più parlare di sé nel corso dell’ultimo mese del 2018. Per questo la nuova collaborazione con una società collegata a Xiaomi appare quasi un “piccolo tradimento“, anche se è orientata ad un settore totalmente diverso.

Via: GizmochinaFonte: Huami (Weibo)