Vodafone: da oggi non è più possibile usare PostePay Evolution per rateizzare gli smartphone

Edoardo Carlo Ceretti -

Brutte notizie per i possessori di PostePay Evolution, che stavano pianificando di acquistare a rate un nuovo dispositivo dal catalogo di Vodafone utilizzando la propria prepagata. Dopo il limite massimo di 400€ per i dispositivi acquistabili a rate tramite PostePay Evolution imposto dall’operatore rosso lo scorso mese di dicembre, a partire da oggi, 15 gennaio, la possibilità di utilizzare questo metodo di pagamento verrà completamente sospesa.

Vodafone ha chiuso del tutto la possibilità di rateizzare l’acquisto di nuovi dispositivi – come smartphone, smartwatch e tablet – servendosi di una questa prepagata di Poste come metodo di pagamento. Lo stesso varrà anche per le offerte Vodafone in abbonamento, insieme alle offerte dual e single play.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte Vodafone

D’altra parte, sembra che per il momento la decisione riguardi esplicitamente la PostePay Evolution, e non altri tipi di carta prepagata dotati di IBAN (tra le quali possiamo citare la Genius Card di Unicredit, HYPE, la SuperFlash di Intesa San Paolo e molte altre).

  • vicioman

    Da quando le Poste hanno cominciato a fare anche da banca, solo problemi: chiedete ad un’attività commerciale se sono felici di prendere assegni bancoposta, oppure appunto come in questo caso, paghi un servizio spacciato come “smart” e “utile” e poi hai mille difficoltà semplicemente perchè nn viene presa (!) dappertutto.
    Ma che diavolo vuol dire, poi, che non la prendi?! Mi hanno detto in fase di rilascio della carta che potevo spendere e spandere dappertutto (ovviamente se ho i soldi)! Ma avete tutta questa ansia che non vi paghino regolarmente le 10 euro del canone su una carta di credito che per quanto prepagata magari è iper controllata e schedata, legata al tuo codice fiscale? E cosa dobbiamo fare? Un mutuo olografo per poter pagare i soldi della mia tariffa Vodafone?!
    Siccome mi è capitata una cosa simile ma con ING direct conto corrente arancio, dove, all’arrivo della nuova carta di credito (non prepagata o altre menate), Vodafone mi dice che non posso impostare tramite quella carta un pagamento ricorrente. COSA?! E perchè, non è una carta di credito? …Eh no! IL CIRCUITO MASTERCARD DA PROBLEMI! EEEEEH!? Ma mica “per tutto il resto c’è Mastercard”?! Sì! Per tutto il resto TRANNE i pagamenti con circuito Mastercard!
    Ma cosa gliene dovrebbe fregare all’utente medio del circuito o mica circuito?
    Paghi un servizio e vai per utilizzarlo per SPENDERE DANARI e ci si trova queste amare sorprese… w delle volte fai pure figure di merda dall’esercente!
    Avete provato a pagare con certi bancomat o carte di credito da un benzinaio?
    AUGURI.
    Il problema deve essere del gestore e di chi emette la carta, a me non devi proprio disturbarmi: eh no, oltre a pagare il servizio, la carta, e essere venuto nel tuo cavolo di store online/operatore devo anche sentirmi dire NO.
    Però poi ti spacciano queste carte di mille tipi (prepagate, evolute, con iban senza iban, carte conto, carte portafoglio, carta igienica contacless…), in un troiaio di possibilità che ti fanno “aprire in soli 15 minuti dalla fantastica app” per poi lasciarti nella cacca quando la carta la vuoi usare.
    E il bello, è che i soldi CE LI HAI, li hai RICARICATI, o comunque SONO DISPONIBILI.
    Ma no, mille circuiti che nemmeno la Formula 1.
    Ormai, i contanti fanno schifo a tutti.
    Vabbeh.

    • maurizio

      Per quanto nervoso tu possa essere( e fai anche bene a esserlo da quello che ti è successo) dovresti prenderti un momento per rileggere il testo che a volte delle parole sono incomprensibili o mancanti, poi magari struttura il discorso così ti possiamo seguire meglio. Purtroppo mi sono perso a metà post

      • vicioman

        Sai che ho riletto, e ho voluto dare un taglio “teatrale” al post. Forse ho un po’esagerato. 😁

    • ADM90

      Sbaglio o se c’è scritto Visa o MasterCard mi accetta il pagamento (sempre se ho soldi dentro)

      • vicioman

        Parlo di pagamento ricorrente