I numeri parlano chiaro: le nuove batterie a 29€ hanno contribuito al calo di vendite di iPhone

Giuseppe Tripodi -

Alcune settimane fa, Tim Cook ha annunciato che i ricavi del primo trimestre sono stati molto più bassi del previsto: “solo” 84 miliardi, invece dei 93 miliardi attesi. La maggior parte degli analisti sono concordi nell’attribuire questa brusca frenata ad un grande calo di vendite degli iPhone: tra le ragioni, bisogna considerare il momento poco florido dell’economia cinese (su cui Apple aveva puntato molto) e una generale stagnazione del mercato smartphone, che sembra ormai saturo. Ma a quanto pare c’è anche un altro importante fattore da considerare: il cambio di batterie a 29€.

Come ricorderete, in seguito alla scoperta che le batterie usurate peggioravano le performance degli iPhone, Apple aveva avviato un programma di sostituzione a prezzo ridotto: per tutto il 2018, cambiare la batteria dei vecchi modelli è costato solo 29€, invece dei canonici 89€. Tim Cook aveva annunciato che questo sconto aveva contribuito al calo delle vendite degli iPhone, ma probabilmente ben pochi avevano compreso la portata del fenomeno.

A dare un’idea di quanto lo sconto sulle batterie abbia rallentato la vendita dei nuovi modelli ci ha pensato John Gruber di Daring Fireball, che alcune ore fa ha svelato che nel 2018 Apple ha sostituito 11 milioni di batterie, una cifra incredibilmente alta rispetto ai soliti 1-2 milioni degli anni precedenti.

LEGGI ANCHE: Tra iPhone XS e XR praticamente non c’è differenza di performance

Lo stesso Gruber, prima di conoscere questi numeri, aveva sminuito l’importanza del programma di sostituzione delle batterie nelle vendite di Apple, ma dopo aver scoperto degli 11 milioni (cifra annunciata il 3 gennaio da Tim Cook in un evento privato) ha cambiato idea.

È facile intuire quel che è successo: tutte le persone con un vecchio iPhone (dal 6s in poi) che hanno cambiato la batteria, si sono accorti che il loro smartphone andava ancora benone. È possibile che persino Apple avesse sottovalutato come questo avrebbe impattato sulle vendite, anche considerando che il programma di sostituzione fu lanciato dopo il consueto boom di vendite natalizio di iPhone 8/8 Plus e iPhone X: ma la batosta è arrivata a fine 2018, con il lancio di iPhone XS e XR. Probabilmente, questi modelli non hanno venduto come previsto perché molti utenti che hanno sostituito la batteria nel corso del 2018 hanno preferito tenere il loro vecchio iPhone, con autonomia e prestazioni rinnovate, con buona pace dei nuovi, costosi melafonini.

Precisiamo che chi ha un vecchio iPhone e non ha provveduto a cambiare la batteria nel corso del 2018 può ancora farlo ad un prezzo ridotto rispetto al passato: attualmente, infatti, il costo della sostituzione per iPhone 6s e superiori (fino ad iPhone 8 Plus) è di 49€, mentre per iPhone X, XS, XS Max e XR il costo è di 69€.

Via: 9to5MacFonte: Daring Fireball
  • aledeago

    Il re è nudo.

    • ZannaMax

      Lunga vita al re! 😂

  • Marco

    Nessuno ha mai considerato che forse, anche i prezzi dei vari prodotti (iPhone, compresi) abbiano raggiunto delle cifre che forse a parecchie persone fanno pensare due o tre volte prima di spenderle?!?

    • ZannaMax

      Infatti. Ormai son troppo alti. La gente ormai ha gettato la spugna. Io in primis dopo aver preso a suo tempo il 6. Dopo due anni son passato ad Android. Titubante all’inizio, ora sto da dio.

      • Fabrizio

        Sai quanti dicono che non riescono a passare ad Android? Per me ios è noioso, molto stile e poca sostanza e non permette modifiche

    • IRNBNN

      Non daranno mai la colpa ai prezzi stratosferici dei nuovi dispositivi…ora è colpa delle batterie vendute sovraprezzate di poco.

  • Fabrizio

    Tutte scuse. Se anche avessero abbassato i prezzi delle batterie a 50$ invece che 29$ (tanto per dire) o non avessero scontato affatto, le vendite sarebbero state basse lo stesso. Se ho il telefono che funziona bene, l’unico difetto è la batteria che non ce la fa e se per un quinto del costo di un telefono nuovo (o ancora meno) con la sostituzione della batteria ho il telefono di nuovo perfetto, non cambio telefono. Ho un Android e a novembre ho fatto così, completamente soddisfatto. Ormai è un mercato di sostituzione, iPhone offre sempre meno innovazione, monta in ritardo feature da top rispetto agli altri top gamma (esempio schermi amoled, ricarica wireless, impermeabilità) ma di anno in anno aumenta sempre più i prezzi che ormai anche i fedeli al marchio possono o vogliono permetterselo sempre meno. Non possono davvero credere che ci siano milioni di utenti che hanno possibilità di spendere dai 1300€ in su, specie ormai che ci sono molti marchi sul mercato che offrono qualità e prodotti che soddisfano molte richieste a prezzi anche molto contenuti. Questa è la realtà.