iPhone XR è già riuscito a “rubare” molti utenti ad Android negli USA

Vezio Ceniccola

Anche se le vendite dei nuovi iPhone 2018 non sembrano aver accontentato tutti, il lancio dell’inedito iPhone XR si sta rivelando una mossa azzeccata negli USA, soprattutto per rubare clienti alla concorrenza. E ovviamente, non essendoci altri prodotti iOS oltre a quelli di Apple, per concorrenza s’intende il mondo Android.

Un nuovo studio realizzato da Consumer Intelligence Research Partners (CIRP) ha preso in esame le vendite complessive dei prodotti Apple negli Stati Uniti nei primi 30 giorni a partire dal lancio, dunque in un periodo compreso tra ottobre e novembre 2018. Secondo i dati riportati dalla società di analisi, le vendite di iPhone XR corrispondo a circa il 32% del totale degli iPhone venduti negli USA, mentre il dato aggregato di XS e XS Max arriva al 35%.

Il dato più interessante è però quello relativo al cambio di piattaforma. Tra gli utenti intervistati da CIRP, l’82% dei compratori dei nuovi iPhone 2018 proveniva da iPhone di generazioni precedenti, mentre il 16% proveniva da smartphone Android. Proprio quest’ultima percentuale è molto più alta rispetto a quella dello stesso periodo dello scorso anno, che si fermava a circa l’11%.

Anche se non ci sono conferme ufficiali a riguardo, è molto probabile che l’aumento di ben 5 punti percentuali sia dovuto proprio alla disponibilità del nuovo iPhone XR, proposto ad un prezzo molto più invitante per gli ex-utenti Android. Negli USA, infatti, il prezzo di listino parte da circa 449$, anche se è possibile acquistarlo in maniera ancora più conveniente tramite le offerte degli operatori.

LEGGI ANCHE: Recensione iPhone XR

Qualunque sia il motivo dello spostamento da smartphone Android ad iOS, non ci sono dubbi che l’idea di un iPhone economico piaccia molto agli utenti, non solo negli USA. L’effetto XR potrebbe essere già arrivato anche nel mercato europeo, anche se per adesso non ci sono dati che possano confermare o smentire questa tendenza.

Voi avete acquistato un nuovo iPhone XR? Lo avete fatto abbandonando il vostro precedente smartphone Android? Allora raccontateci la vostra esperienza nei commenti.

Via: MediaPost
  • Red 10

    “Negli USA, infatti, il prezzo di listino parte da circa 449$”, mentre in Italia (sempre il prezzo di listino) parte da più del doppio (sul sito Apple a partire da 889€).
    Metteteci il cambio, l’IVA, altre varie tasse, ma i conti non tornano lo stesso.

    • G!

      L’articolo non è corretto: il prezzo di 449$ è permutando un iPhone 7 Plus o superiore

      • Stef76

        Ecco che tutto torna. Sono gli utenti del 7 che stanchi di portarsi dietro una powerbank fanno il cambio. Mia nipote ha tenuto i 5 per 2 anni, poi lo cambiò per il 7 ed oggi, dopo poco più di un anno la batteria non arriva al pomeriggio. La colpa non é solo della scarsa batteria degli iPhone e della loro lenta ricarica ma anche dai giga che ora possiede. Prima con 2giga ci doveva fare un mese, ora con 40giga sta sempre su video, Istagram e whatsapp. Ne consegue un maggior consumo della batteria e continui clicli di ricarica anche non completi. I nuovi device DEVONO avevo la ricarica rapida e le batterie dovranno supportare maggiori cicli, altrimenti il processo di invecchiamento programmato sarà ancora breve di quanto i produttori abbiano valutato.

        • Marco Seregni

          I cicli di carica è meglio se non sono completi. L’ideale è il range 65-75% (ovviamente impossibile da mantenere), un buon compromesso è 30-80%

      • Red 10

        Ah, ok. Ora torna.