I rimborsi per la fatturazione a 28 giorni non arriveranno nel 2018. Sorpresi?

Matteo Bottin -

Ormai è passato un anno da quando si sarebbe dovuta chiudere la questione della fatturazione a 28 giorni da parte degli operatori telefonici, eppure siamo ancora qui a parlarne.

Lo scorso mese il TAR aveva deciso di cancellare le sanzioni di circa 1,1 milioni di euro a testa (per TIMVodafoneWind TreFastweb), ma era rimasto l’obbligo di restituire i giorni “erosi” agli utenti. Il rimborso doveva arrivare entro il 31 dicembre 2018, ma pare che (per quest’anno) ce lo dovremo proprio sognare.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte telefoniche

Il Consiglio di Stato ha infatti accolto la richiesta degli operatori telefonici per una sospensiva del rimborso, andando a rimandare il tutto a data da destinarsi. Non sappiamo dunque quando gli utenti riceveranno il rimborso, tanto che si parla che “si deciderà nel merito nei prossimi mesi”. Ve lo aspettavate?

Via: Corriere Comunicazioni
  • matteo masi

    ma chi nel frattempo ha cambiato operatore?

    • Eh, bella domanda, me la sono posta anche io. Immagino che probabilmente avremo un bel 2 di picche, perché il rimborso (senza ombra di dubbio) arriverà come “giorni gratis di navigazione”.

  • Pol Pastrello

    Regalone di Natale ai membri del consiglio di stato che hanno emanato la direttiva?
    Per noi utenti/clienti niente regalo di Natale. Visto che la sospensiva vale fino al 31 marzo 2019 probabilmente non lo vedremo manco come regalo di Pasqua.
    A pensar male si fa peccato. Sarà un caso che siamo una delle nazioni più corrotte, le Authority da noi fungono solamente come poltronificio, non difendono gli utenti? Sarà un caso che TAR e consiglio di stato, uno annulla la multa e l’altro concede una sospensiva?

  • L0RE15

    Siamo in Italia, tutto come da copione! Anzi, mi stupisco che non siano gli utente a dover “rimborsare” gli operatori per tutto il polverone tirato in aria…