Microsoft ha quasi lanciato un feature phone che assomigliava un sacco a Windows Phone (foto)

Roberto Artigiani

Sapevate che nonostante l’acquisto di Nokia, Microsoft non ha mai prodotto un telefono col suo marchio? L’azienda di Redmond infatti ha continuato a lanciare prodotti sotto il brand Nokia e contemporaneamente i suoi Lumia. La storia però avrebbe potuto essere diversa. Se nel 2015 non fosse intervenuta la decisione di chiudere del tutto il settore mobile, Microsoft infatti si stava preparando a commercializzare un dispositivo marchiato col suo stesso nome.

I tipi di Windows Central sono riusciti a mettere le mani su un prototipo di questo telefono all’apparenza molto simile a Lumia 550 e Lumia 950, ma con un interfaccia vicina a un Windows Phone. Il modello in questione è identificato dal codice “RM-1182”, ma probabilmente sarebbe stato chiamato “Microsoft 150” o qualcosa di simile.

Si tratta di un feature phone con uno schermo da 2,5″, corpo in plastica, fotocamera posteriore da 1,92 MP e batteria da 1.200 mAh. L’OS era disegnato per assomigliare il più possibile a Windows 10 Mobile con la sua griglia di icone live che potevano essere riorganizzate a piacimento. Era possibile anche personalizzare lo sfondo e i colori dell’interfaccia mentre il design delle app sfruttava il linguaggio MDL2 di Microsoft.

LEGGI ANCHE: Votate il vostro dispositivo preferito del 2018

Le funzioni sono quelle tipiche di telefoni simili del periodo, ma erano previste anche alcune app Microsoft come Outlook Mail, Calendar e OneNote oltre a diversi giochi Gameloft tra cui Spider-Man Ultimate e Asphalt. Inoltre era stato concepito un menu per gli Extra del tutto simile a quello presente nei Lumia.

Le immagini che trovate qui sotto sono quelle di uno dei tanti “se” della storia recente del mondo dei dispositivi mobili. Questo telefono è scomparso nel nulla insieme agli altri modelli Lumia cancellati quando Microsoft ha deciso di chiudere le operazioni vendendo poi tutti gli asset Nokia. In fondo però, per quanto curioso dubitiamo che qualcuno di voi ne abbia mai sentito la mancanza.

Via: Windows Central