Truffa telefonica: fate attenzione a chi si spaccia per l’Unione dei Consumatori

Giuseppe Tripodi

Se ricevete una telefonata da un sedicente operatore dell’Unione dei Consumatori che vi invita a cambiare operatore, fate attenzione, perché si tratta probabilmente di una truffa. A segnalarlo è la stessa Unione dei Consumatori, secondo cui diversi utenti sarebbero stati ingannati in questo modo.

La vicenda non è esattamente nuova: l’Unione dei Consumatori ha lanciato l’avviso una settimana fa, rifacendosi ad un caso di una signora truffata la scorsa estate. Secondo quanto riferito, la vittima è stata convinta a passare ad un altro operatore dietro lo spauracchio di un presunto aumento di 10€ del suo opratore (Vodafone); il truffatore l’aveva convinta che non ci sarebbe stato alcun costo di disattivazione, ma ovviamente così non è stato. Quando la donna ha chiamato Vodafone per chiedere delucidazioni, le è stata spiegata la truffa, che a quanto pare aveva coinvolto numerosi altri consumatori.

LEGGI ANCHE: Vodafone ne ha per tutti: minuti illimitati e fino a 50 GB da 6€ al mese

In tutto ciò, ovviamente la vera Unione dei Consumatori non ha nulla a che vedere e, anzi, dalle parole del Presidente Manlio Arnone si legge una certa amarezza nello scoprire che il nome dell’associazione venga coinvolto in operazioni del genere:

Che nel settore vi fossero parecchie truffe telefoniche era fatto a noi già noto. È però la prima volta che veniamo a conoscenza del fatto che si sia abusato della nostra immagine e del nostro nome.

Nel ribadire assoluta estraneità dell’Associazione nella sgradevole vicenda, che ha tutte le caratteristiche di una truffa, Unione dei Consumatori si riserva di avviare le indagini del caso, non consentendo a nessuno di strumentalizzare il proprio nome e la propria immagine.

Come sempre, ricordiamo ai nostri lettori di non fidarsi facilmente di chiamate o messaggi che promettono grandi promozioni o simili: quando possibile chiedete il numero identificativo dell’operatore e, in generale, cercate sempre riscontro online di quel che vi viene proposto.

Via: MondoMobileWebFonte: UnioneDeiConsumatori
  • Pol Pastrello

    Oppure potrebbe essere stata la stessa Unione Consumatori a diffondere questa fake news per farsi pubblicità visto che sta rimbalzando su diversi siti. E’ un modo come un altro per farsi pubblicità, ergendosi come difensori dei cittadini truffati nel frattempo si pubblicizza il proprio nome servizi. 🙁