Natale amaro per il mercato smartphone, ancora in calo, ma ci sono buone notizie per il 2019

Vezio Ceniccola

Gli ultimi dati arrivati dall’International Data Corporation (IDC) non faranno molto piacere alle aziende tecnologiche, soprattutto quelle del settore smartphone. La società d’analisi ha pubblicato le proiezioni finali relative alla crescita del mercato dei dispositivi mobili nei prossimi anni, con notizie poco entusiasmanti almeno per quanto riguarda il 2018.

Secondo le previsioni di IDC, l’anno corrente si chiuderà con un totale di 1.420,06 milioni di smartphone spediti in tutto il mondo, con un piccolo calo dello 0,7% rispetto allo scorso anno. Le cause, ancora una volta, si devono ricercare nella saturazione dei mercati principali, a cominciare da quello cinese, ma c’entrano anche altri discorsi a livello politico-economico, come la guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina.

In ogni caso, guardando al futuro ci sono prospettive migliori. L’arrivo in pompa magna della connettività 5G e le novità di design già intraviste su alcuni modelli potrebbero spingere molti utenti a cambiare dispositivo nei prossimi anni, cosa che porterà ad una crescita importante del settore smartphone. Per il 2019 è previsto un aumento delle spedizioni del 2,6% rispetto al 2018, mentre per il periodo 2017-2022 la crescita totale si attesterà sull’1,4%, arrivando a spedire oltre 1,574 milioni di dispositivi nel 2022.

Valutando le piattaforme software, sia Android che iOS seguiranno la stessa sorte. Se per il 2018 sono previsti cali importanti – del 3% e del 2,5% rispettivamente – andrà meglio nei prossimi anni, con una crescita dell’1,7% per Android e di appena lo 0,1% per iOS. I due sistemi cannibalizzano tutto il settore: il sistema di Google ha oltre l’85% del market share nel 2018, quello di Apple quasi il 15%. Percentuali che rimarranno pressoché stabili anche nei prossimi anni, mentre il resto dei sistemi mobile sparirà quasi completamente dalla circolazione.

LEGGI ANCHE: In Cina è vietata la vendita di iPhone X

Altro dato interessante, sebbene ampiamente prevedibile, è la crescita del polliciaggio degli smartphone. Da qui al 2022 i display si faranno sempre più estesi, con una presenza sempre maggiore di dispositivi con schermi dai 6 pollici in su. Di sicuro, il notch, i fori sul display e l’ottimizzazione delle cornici aiuteranno a mantenere dimensioni contenute, almeno per quanto riguarda la scocca, ma la sparizione dei modelli più compatti potrebbe essere una realtà sempre più concreta.

Se volete leggere tutti i dati del report di IDC, trovate la versione completa al link nel campo fonte a fine articolo. Qui in basso, invece, abbiamo riportato le tabelle in base alle previsioni della società d’analisi.

Previsioni sulle spedizioni di smartphone a livello globale tra 2018 e 2022 (spedizioni in milioni)
Piattaforma Volume spedizioni 2018 Market share 2018
Crescita anno su anno 2018
Volume spedizioni 2022
Market share 2022
CAGR 2017-2022
Android 1,209.5 85.1% -3.0% 1,357.0 86.2% 1.7%
iOS 210.4 14.8% -2.5% 217.3 13.8% 0.1%
Altri 0.6 0.0% -72.2% 0.1 0.0% -53.2%
Totale 1,420.6 100.0% -0.7% 1,574.4 100.0% 1.4%
Fonte: IDC Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker, 11 dicembre 2018

 

Fonte: IDC
  • MariuxReloaded

    Ovvio: il 2018, tolto quel cacatone di notch, non ha portato novità sensazionali.
    Nel 2019 le vendite aumenteranno solo per l’arrivo dei primi smartphone con modulo 5G, altrimenti, se la sola novità fosse stata quella delle millemila fotocamere posteriori e del buco frontale al posto del notch, i numeri sarebbero rimasti immutati