L’ultima beta di iOS 12 dimostra come iPhone XR non senta affatto la mancanza del 3D Touch

Edoardo Carlo Ceretti Da ora è possibile anche visualizzare un'anteprima delle notifiche semplicemente con una pressione prolungata, come accadeva da tempo su alcuni iPad.

Tutti gli iPhone usciti negli ultimi 3 anni vantano una funzione chiamata 3D Touch, che sfrutta un particolare accorgimento hardware integrato nel display per carpire i diversi livelli di pressione. Tutti tranne iPhone XR, il più economico della lineup 2018, ma comunque dotato di una piattaforma hardware che scende a pochi compromessi. Che Apple stia facendo le prove per abbandonare il 3D Touch da tutti i suoi dispositivi nel prossimo futuro?

In effetti si tratta di una funzionalità che ha faticato a prendere piede, tanto che pochissimi produttori di smartphone Android hanno deciso di copiarla (e poi ben presto l’hanno abbandonata). Quasi nessuno ha considerato la sua assenza come un difetto per iPhone XR, che ha potuto farne a meno grazie alla più semplice (ma ugualmente efficace) alternativa della pressione prolungata. L’unica lacuna riguardava la possibilità di espandere le notifiche, ma ci ha pensato iOS 12.1.1 beta 2 a colmarla.

LEGGI ANCHE: Recensione iPhone XR

Da ora infatti, sarà sufficiente una pressione prolungata su una notifica per godere di un’anteprima del suo contenuto, ottenendo dunque lo stesso identico risultato rispetto all’utilizzo del 3D Touch sugli altri iPhone. Un accorgimento già presente da tempo sugli iPad privi di tale tecnologia e che Apple evidentemente si era dimenticata di introdurre per il suo iPhone XR. Immaginiamo che non ci vorrà molto perché la novità arrivi anche sul ramo stabile di iOS.

Via: 9to5 Mac