Abitate in una città coperta da Vodafone Giga Network 4.5G fino a 1 Gigabit? Scopritelo grazie a questa lista

Edoardo Carlo Ceretti

Verso la metà di ottobre, Vodafone ha presentato in pompa magna la sua nuova rete Giga Network 4.5G, un golosissimo antipasto di quello che potremo aspettarci dalla prossima rivoluzione 5G. A partire da novembre infatti, gli utenti romani e milanesi saranno i primi a poter sfruttare velocità superiori al Gigabit al secondo, mentre il novero delle città coperte da velocità fino a 1 Gigabit è in continua espansione. Volete sapere quali sono quelle attualmente già coperte? Ecco la lista completa:

  • Roma
  • Catania
  • Palermo
  • Vicenza
  • Torino
  • Brescia
  • Agrigento
  • Firenze
  • Salerno
  • Milano
  • Genova
  • Livorno
  • Ancona
  • Napoli
  • Taranto
  • Bologna
  • Novara

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Vodafone

Inoltre, la rete Giga Network 4.5G ha raggiunto anche zone come Sauze d’Oulx, Sestriere, Courmayeur, Ayas, Gressoney-La-Trinitè, Pinzolo, Cavalese, Ortisei, Siror, Canazei, Rivisondoli, Roccaraso e Domus de Maria. Invece, le città di Rimini, Padova e Verona attualmente possono godere di velocità che arrivano fino a 550 Megabit al secondo.

Infine, vi ricordiamo che, anche se coperti dalla rete Giga Network 4.5G, dovrete possedere uno smartphone capace di raggiungere tali velocità (un po’ tutti i più recenti smartphone top di gamma, dotati almeno di LTE Cat. 16), una SIM Vodafone almeno 128K e un’offerta dati che preveda la possibilità di accedere a tale rete.

Via: Mondomobileweb
  • JN-

    Già però che ora tutte le tv piatte di oggi sono da buttare nel cesso o da abbinare al decoder di plastica da 10€ grazie all’inutile 5G non lo dice nessuno

    Nemmeno che ora le radiazioni attorno a noi possono cuocere un pollo al microonde direttamente nel pollaio

    • maurizio

      Si salvano solo le TV comprate dopo il 2017 a quanto ho capito purtroppo.

      • Pol Pastrello

        Si “salveranno”, tra quasi 4 anni, nel frattempo la TV potrebbe esserti anche saltata!

    • Pol Pastrello

      Ti sei fumato troppe scie chimiche! 😀
      Quando arriverà il 5G le radiazioni saranno ridotte, invece di aumentare si ridurranno!
      La tua TV fino a luglio 2022, quasi 4 anni, è ancora adatta. Se vogliamo fermare il progresso saremmo ancora con i cavalli ed il calesse!

      • JN-

        Ah si? Quindi vuoi dirmi che ora le antenne del 2G, 3G, 4G e 5G magicamente riducono le emissioni elettromagnetiche?

        Poi sto ancora aspettando che mi compri la tv tu. Se me la paghi il progresso non lo fermo anzi.

        Ma però ora che ci penso… perché devo pagarlo io ad uno che vuole chiudere una serranda con il telefono ? 🤪

        • Fabio Musso

          Non ci sono (ancora) prove scientifiche alcune che dimostrino che le frequenze utilizzate dalla rete 5G siano effettivamente dannose. Semplicemente, si PENSA che, considerato il fatto che le frequenze utilizzate dal 5G abbiano una minore capacità di penetrare attraverso gli “ostacoli” (edifici o alberi ad esempio), sia necessario installare più ripetitori, tutto qua. Ciò può far effettivamente pensare che saremo esposti a qualche rischio in più, però non facciamo gli scienziati improvvisati se non ci sono prove scientifiche accurate e soprattutto FONDATE.

          • Pol Pastrello

            Small cells meno potenti, sono come dei router wifi. Le attuali celle usano parecchi watts, le small cells non ci arrivano neppure al watt.

        • Pol Pastrello

          Quando installeranno le celle 5G ci sarà una riduzione delle emissioni elettromagnetiche.
          La TV la potrai vedere senza il DVB-T2 di prox generazione, proprio grazie al 5G e/o la fibra.Quindi puoi anche pagartela da solo.
          Hai ancora il cavallo col calesse o ti sei acquistato pure un auto?
          L’IoT non servirà solo per abbassare le serrande ma anche per l’health care, quindi abbassa le penne e fattene una ragione.

          • JN-

            Sento le unghie stridere sullo specchio 😁

          • Pol Pastrello

            Sono le tue fidati! Se non hai manco idea di come sia una rete 5G ti consiglio di documentarti, poi comprenderai quello che ti stavo scrivendo.

          • JN-

            Healt care?? Ma di cosa stai parlando. Ma per favore su, non prendiamoci in giro.
            Non hai saputo nemmeno usare la parola ficka in inglese stavolta, perché tradotta significa semplicemente “assistenza sanitaria”. Quindi il 5G mi porta l’assistenza sanitaria ? E chi mi cura, Wind? Ma per favore non sai di cosa parli …con tutta la bontà guarda, non voglio smontare il tuo entusiasmo ma evita veramente di andare in giro a dire che il 5G ti porta la sanità 🤣

          • Fabio Musso

            …se te ne esci con questo sarcasmo becero le cose sono due: o sei il classico troll di turno che deve romperli per forza altrimenti non ci dorme la notte, oppure sei solo un ignorante e non hai voglia di informarti bene sulle cose. Nessuno ti vieta di essere o rimanere ignorante, però converrai che con questa mentalità è impossibile tenere una discussione seria e ben argomentata.

          • JN-

            Tu chi sei invece? Il secondo account dell’altro ? No io sono solo uno con le mie idee.

            Nessuno ti ha interpellato comunque, quindi quando vedrai (se mai li vedrai) i miei commenti semplicemente evitali, anche perché quello che pensa la gente su internet non mi interessa. Un bacione❤️

          • Fabio Musso

            Tu puoi avere le tue idee, tu puoi commentare quello che vuoi senza freno, gli altri però possono risponderti solo se interpellati e soprattutto senza andarti contro, perché altrimenti sono stupidi. Capisco, non fa una piega, davvero.
            Boh, fregatene pure di quello che pensa la gente su internet, dico solo che ci sono passatempi decisamente più costruttivi piuttosto che stare su internet nei commenti a scrivere cavolate.
            E si tranquillo, io li ho nel caso te ne stessi preoccupando. Un bacione anche a te <3

          • JN-

            Veramente l’unico che è stato insultato da te e quell’altro sono io, solo perché ho detto che trovo delle grandi perplessità su questo 5G..cioè io parlo di telefoni e mi devo beccare da 2 sconosciuti senza nome e immagine reale degli insulti perché non la penso come loro? E sei tu che hai commentato quello che ho scritto, mica io che sono andato nel tuo commento..evidentemente per te è una cosa rilevante ciò che ho scritto. Quindi, ti ripeto, cambia commento e goditi i tuoi passatempi, io ti sto rispondendo mentre sono in treno davanti alla porta del cesso, quindi pensa quanto mi interessa di ciò che scrive la gente su internet 😁
            Buona serata

          • Fabio Musso

            1) Non ho insultato proprio nessuno, se ciò che ho scritto lo hai preso in quel modo sappi che non era quella la mia intenzione.
            2) Hai mosso delle perplessità che non stanno né il cielo né il terra, e ho pure esposto le mie argomentazioni (così come ha fatto qualcun altro).
            3) Il mio nome e cognome è perfettamente visibile, quello senza nome mi pare sia proprio tu qui… ops.
            4) Ciò che ognuno scrive è rilevante ai fini di una discussione, cosa che con te è finita proprio male direi. Potevo rispondere anche ad altri commenti, oppure tu potevi anche ignorarmi del tutto. Sono scelte in qualche modo, non mi pare ci sia molto da discutere su questo punto.

          • JN-

            Si hai proprio ragione dovevo ignorarti

          • Pol Pastrello

            Guarda che l’IoT già lo utilizzo per lavoro per migliaia di dispositivi. La prossima frontiera sarà monitorare anche le funzioni vitali e quindi tutto quello che ne comporta. Tu continua ancora con il calesse in autostrada, auguri!

          • JN-

            Vedremo, se sarà veramente la rivoluzione che dici sarò il primo a darti ragione, non avrò problemi ad ammettere di aver preso una cappella. Ora come ora però tutto questo mi pare solo della grandissima fuffa, roba “tutta sulla carta” come ne abbiamo avute centinaia in passato. abbiamo medici e pazienti che non usano nemmeno il fascicolo sanitario elettronico (attivo solo in 3 regioni su 20 e in alcune non c’è manco la ricetta dematerializzata in tutto), sistemi di monitoraggio sanitario che non riescono ad aggiornarsi alle nuove leggi in materia di scheda di dimissione ospedaliera, pochissimi registri, nemmeno nazionali ma manco regionali (!), su malattie e malformazioni. Personale medico che non ha idea della differenza tra fascicolo sanitario elettronico e dossier sanitario elettronico. Prova a chiedere l’oscuramento di un referto sensibile che ha fatto un anno fa , vediamo che ti dicono.. per questo non mi bevo che il 5G sarà la rivoluzione copernicana. Non sarà manco notato come il 4G visto che la gente già oggi naviga velocemente … chi nota la differenza tra 150mbps o 400 nell’aprire facebook?

  • Daniele

    Provata in offerta la 4.5.
    Vado più veloce con la 4g normale

    • Pol Pastrello

      Provata con cosa e dove? A quale velocità vai?

  • iApex

    Vodafone poco seria, sono passato per sfruttare la nuova Giga Network con il Sony XZ Premium, indovinate? Lo smartphone non è compatibile nonostante lo pubblicizzano come compatibile. Nonostante le chiamate al 190 e reclami scritti non possono fare nulla. Torno a TIM che ha la stessa rete senza tutti questi proclami inutili. È solo marketing.

    • Pol Pastrello

      Che siano solo markette non se ne discute. Pubblicità in pompa magna con Linus che corre nel bosco, questo “pippone” per promuovere solamente una ventina di località? Località poi coperte per qualche BTS, non certamente per tutte, quindi potresti anche essere a Milano ma casomai sei collegato proprio ad una BTS senza la nuova rete. E tutto questo può essere usufruito solo da una quindicina di smartphone top di gamma?
      Markette appunto.