Qualcomm svela lo Snapdragon 675: miglioramenti a tutto campo per far spiccare il volo alla fascia media

Edoardo Carlo Ceretti -

Il 2019 si avvicina a grandi passi e i produttori di smartphone hanno sete di novità da regalare ai loro utenti, non soltanto nella fascia top di gamma. Ecco dunque che Qualcomm si riconferma in prima linea, svelando un nuovo SoC che promette faville nella fascia medio alta del settore: lo Snapdragon 675.

Anche i dispositivi di fascia media, seguendo le tendenze lanciate dai flagship, perseguono tre obiettivi principali, che guarda caso sono anche le tre parole chiave di questo Snapdragon 675: prestazioni, qualità fotografica e intelligenza artificiale.

Il mobile gaming sta subendo un’impennata, anche grazie a successi del calibro di PUBG e Fortnite, dunque Qualcomm vuole garantire prestazioni all’altezza che nella fascia media, con ottimizzazioni specifiche per game engine come Unity, Unreal, Messiah e NeoX, oltre al supporto ai più diffusi tool e API, come Vulkan, OpenGL 3.2 e OpenCL.

LEGGI ANCHE: Apple A12 batte il Kirin 980 nei benchmark

Dal punto di vista fotografico, lo Snapdragon 675 garantirà il supporto per configurazione a tripla fotocamera, per modalità ritratto avanzate, selfie sempre più dettagliati e sblocco con il riconoscimento 3D del volto, senza dimenticare le riprese in slow motion. Il tutto grazie al nuovo ISP della serie Qualcomm Spectra 200.

La rinnovata intelligenza artificiale assicurata da Qualcomm promette invece miglioramenti di oltre il 50% per applicazioni che ne sfrutteranno le potenzialità, oltre a consentire una maggiore efficienza dei dispositivi, che impareranno ad adeguarsi al meglio alle abitudini degli utenti.

Infine, non mancheranno DSP Hexagon, GPU della serie Adreno, core della CPU in architettura proprietaria Kryo, modem Snapdragon X12 con download fino a 600 Mbps, Quick Charge 4 e altro ancora. Il nuovo Qualcomm Snapdragon 675 è disponibile da oggi per i produttori che intendano integrarlo sui futuri smartphone, che si stima entreranno in commercio già nel primo trimestre del 2019.

  • Salvo Cilio

    A quanti nanometri va il processo produttivo?