Il chip di iPhone XS è il 15% più potente del predecessore? Si, parola di benchmark (foto)

Matteo Bottin

Alla presentazione degli iPhone XS Apple ha dichiarato che i nuovi chip A12 sono il 15% più potenti sul lato CPU e il 50% in più sul lato GPU rispetto ai “vecchi” A11. Che sia così? Macworld ha eseguito dei benchmark, e questi sembrano confermare i dati.

L’ambiente di test è stato reso più “controllato” possibile: entrambi i telefoni erano in modalità aereo quando possibile, nessuna applicazione era in esecuzione in background e i telefoni venivano lasciati raffreddare al seguito di ogni benchmark.

Iniziando con Geekbench 4, i risultati mostrano un aumento del 13% sul lato CPU, mentre sul lato GPU ci si “ferma” al 40%. Entrambi molto vicini ai dati forniti, anche se per la GPU c’è un divario più marcato.

AnTuTu v7 ha una discrepanza tra iPhone XS e XS Max: il primo ha un aumento della CPU dell’11% e del 28% per la GPU, mentre il secondo ha un aumento del 18% su CPU e del 40% su GPU. Una differenza, soprattutto sul lato GPU, non del tutto trascurabile. Macworld però è scettica sui risultati: AnTuTu è crashato spesso durante i test, e i risultati sono molto “dispersivi”: andrebbero rieseguiti i test un centinaio di volte per avere un risultato medio “affidabile”.

Infine, 3DMark. Questo benchmark ha due modalità: Sling Shot Extreme (che usa le API Metal alla risoluzione di 2.560 x 1.440 pixel e scala l’output alla risoluzione del dispositivo) e Sling Shot Extreme Unlimited (che esegue lo stesso test off-screen, quindi senza i limiti imposti dallo scaling del risultato).

Stranamente questi ultimi sono quasi identici a iPhone X: come mai? Secondo Macworld questo test ha un collo di bottiglia nella larghezza di banda della memoria e nelle performance della cache. La potenza della GPU non verrebbe quindi analizzata attentamente.

Insomma, i dati forniti da Apple sembrano essere “abbastanza” confermati, soprattutto per quanto riguarda il lato CPU. D’altronde non è la prima volta che il chip A12 mostra i muscoli. Ve lo aspettavate?

Via: 9to5MacFonte: Macworld