Apple AirPower potrebbe non arrivare mai sul mercato, o almeno non nella forma in cui lo conosciamo

Vezio Ceniccola

Arrivano ancora novità sul conto di AirPower, la basetta per la ricarica wireless di Apple, ma anche questa volta le notizie non sono positive, anzi. I ritardi per il suo rilascio stanno complicando molto i piani dell’azienda di Cupertino, che potrebbe cambiare completamente la sua strategia.

Secondo un nuovo report realizzato da Sonny Dickson sulla base di informazioni provenienti da Apple, il dispositivo soffre di evidenti problemi di surriscaldamento, come avevamo già rivelato a giugno. Questo provoca un rallentamento della velocità di ricarica e un sovraccaricamento dell’hardware interno, in particolare per il processore, uniti anche a diversi bug software per quanto riguarda il sistema di comunicazione tra base e smartphone in ricarica.

Già nei mesi scorsi, alcuni esperti avevano considerato l’idea che Apple potesse ricominciare da zero la progettazione di AirPower, per risolvere alla radice i problemi di surriscaldamento. Dickson pensa, invece, che l’azienda californiana non continuerà lo sviluppo di questo prodotto, ma utilizzerà la denominazione “AirPower” su un dispositivo di ricarica totalmente diverso, in arrivo non prima della primavera 2019.

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto la basetta AirPower?

In mancanza di informazioni ufficiali da parte di Apple, a questo punto è molto difficile capire quali saranno le sorti di AirPower. La mela aveva promesso il suo rilascio entro il 2018 e manca ancora qualche mese alla fine dell’anno, dunque rimaniamo ancora fiduciosi per il suo arrivo, nonostante i tanti problemi che si porta dietro.

Via: 9to5MacFonte: Sonny Dickson