Utenti in fuga da Facebook: negli USA molti si prendono una pausa, alcuni scappano definitivamente

Vezio Ceniccola

Tempi duri per Facebook, che mai come in questi ultimi mesi sembra aver perso la fiducia dei suoi utenti. Il caso Cambridge Analytica e le successive udienze di Mark Zuckerberg al Congresso degli Stati Uniti hanno fatto molto scalpore, facendo sorgere non pochi dubbi agli utenti, molti dei quali hanno scelto di allontanarsi dal social per qualche tempo o, addirittura, abbandonarlo definitivamente.

Tale tendenza è stata confermata da un particolare studio effettuato da Pew Research Center. Il sondaggio condotto tra il 29 maggio e l’11 giugno ha rilevato i pareri degli utenti statunitensi ed ha mostrato come la preoccupazione per l’uso del social sia abbastanza elevata.

Secondo i dati registrati, nei mesi successivi agli scandali più di 4 utenti su 10 hanno deciso di prendersi una pausa dal social, abbandonandolo per qualche settimana o anche di più, mentre oltre la metà ha controllato le proprie impostazioni sulla privacy.

Circa un quarto degli intervistati ha definitivamente eliminato l’app dal proprio dispositivo mobile. Una cifra che sale ad oltre il 44% degli intervistati, se consideriamo solo quelli di età compresa tra 18 e 29 anni, segno che sono proprio gli utenti più giovani ad avere le maggiori preoccupazioni.

LEGGI ANCHE: Il New York Times accusa Facebook

Tutti questi dati non faranno piacere a Mark Zuckerberg e al resto della sua squadra, ma stanno a dimostrare che l’attenzione sulla privacy e sulla difesa dei dati personali sta iniziando a farsi sempre più alta da parte degli utenti. Nelle ultime settimane Facebook ha preso decisioni importanti a riguardo, dotando la sua piattaforma di strumenti avanzati per questi scopi, ma non è detto che ciò basti a sanare le ferite causate dagli ultimi scandali.

Via: 9to5MacFonte: Pew Research
  • Ugo

    certo che se poi vanno su instagram…

  • MariuxReloaded

    Peccato però che, anche se si decide di eliminare il proprio account, la mail utilizzata per l’iscrizione resterà per sempre immagazzinata negli archivi di FB

  • Gabriele

    felicemente mai registrato su fb

  • pietro smusi

    Il problema non è tanto il social, quanto l’uso impropio di esso da parte dell’azienda stessa e delle varie aziende che posso, legalmente, accedere a determinati dati…