WindTre è ora al 100% sotto il controllo della cinese Hutchison: luce verde dalla Commissione Europea

Edoardo Carlo Ceretti

La fusione fra Wind e Tre è stata da tempo completata, ma ora l’azienda ha anche un unico padrone. La Commissione Europea ha infatti approvato la cessione delle quote residue dell’azienda russa Veon ai cinesi di Hutchison, che ora dunque detengono il controllo totale di Wind Tre.

L’abbandono di Veon – che ha sancito anche la chiusura dell’omonima app per iOS e Android – è dettato dal tentativo di ridurre il debito dell’azienda, mentre i vertici monocolore Hutchison consentiranno a WindTre di operare con totale unità di intenti nel mercato italiano delle telecomunicazioni.

LEGGI ANCHE: Fusione Wind Tre: cosa cambia per gli utenti?

Margrethe Vestager, commissaria responsabile per la concorrenza in ambito europeo, ha tenuto a sottolineare come le misure indicate dalla Commissione Europea nel 2016 per favorire l’entrata in campo di Iliad – quarto operatore italiano – hanno avuto l’efficacia sperata. WindTre ha infatti venduto a Iliad parte delle frequenze e dei ripetitori, oltre a garantirle il supporto in roaming fino a 10 anni.

Via: CorCom