Questo brevetto ci suggerisce che Siri potrebbe supportare la multiutenza

Matteo Bottin - Ma per ora punta solamente ad essere più accurata nello rispondere

Il supporto alla multiutenza su iOS è ancora un sogno per ora, ma un nuovo brevetto depositato da Apple (User profiling for voice input processing) potrebbe avvicinarsi in quella direzione, almeno per quanto riguarda l’assistente Siri. Ovviamente Siri può già riconoscere la voce del “padrone”, ma non fornisce delle risposte personalizzate per diversi utenti.

L’obiettivo del brevetto è quello di permettere ad un dispositivo (che sia un iPhone o un HomePod poco cambia) di identificare utenti differenti e di rispondere in base alle singole preferenze. In questo modo Siri diventerebbe molto più accurato. Il metodo di riconoscimento non è stato specificato: potrebbe trattarsi di username/password, specifici input vocali o il timbro della voce.

Sebbene non si parli specificatamente di multiutenza per iOS, questo brevetto potrebbe permettere una flessibilità aggiuntiva su prodotti quali HomePod o iPad che, spesso, vengono utilizzati da più persone a casa: in questo modo Siri potrebbe, per esempio, leggere i messaggi dell’utente specifico.

LEGGI ANCHE: Ora Siri può mandare messaggi anche sui gruppi di WhatsApp

Come accade spesso, si tratta solamente di un brevetto, e non sappiamo quando (o sè) ne vedremo mai i frutti. Forse ne vedremo qualche avvisaglia con i nuovi iPad?

Via: The VergeFonte: Brevetto