Un cyber attacco manda KO le fabbriche di TSMC: ripercussioni sulla produzione dei nuovi iPhone?

Edoardo Carlo Ceretti - Al momento non è chiaro se siano davvero state colpite fabbriche in cui era in corso la produzione di componenti per i nuovi iPhone, ma si tratta di un'ipotesi fondata, dato che TSMC è un partner chiave di Apple.

Un virus informatico potrebbe aver messo a rischio la tabella di marcia della produzione dei nuovi iPhone. Secondo quanto riportato da Bloomberg, TSMC è stata recentemente costretta ad abbassare temporaneamente le serrande di alcuni suoi stabilimenti produttivi, proprio a causa di un attacco informatico. Che c’entrano dunque i nuovi smartphone di Apple?

TSMC è un’azienda leader nel settore della produzione di semiconduttori e partner di cruciale importanza per Cupertino, specialmente per la produzione degli iPhone 2018, che implementeranno SoC realizzati tramite il processo costruttivo a 7 nm, momentanea esclusiva proprio di TSMC.

LEGGI ANCHE: Gli iPhone 2018 potrebbero integrare il supporto al dual SIM

Nonostante Apple non si sia ancora sbilanciata sulle tempistiche, non è un segreto che i nuovi iPhone siano attesi fra settembre ed ottobre, dunque un’interruzione forzata ed inattesa della catena produttiva nel mese di agosto potrebbe creare seri grattacapi all’ideale tabella di marcia stilata da Apple. Tuttavia, non è scontato che le fabbriche interessante dal cyber attacco ospitassero la produzione proprio di componenti destinati ai nuovi iPhone, dunque occorrerà verificare eventuali ripercussioni nel prossimo futuro.

Anche per quanto riguarda la natura dell’attacco informatico subito da TSMC non sono noti particolari dettagli: il gigante cinese ha fatto sapere proprio a Bloomberg che non si sarebbe trattata di un’opera di un hacker, non fornendo tuttavia informazioni aggiuntive sull’accaduto.

Via: Tech CrunchFonte: Bloomberg