Il nuovo Kirin 980 di Huawei sarà il primo SoC realizzato a 7 nm ad approdare sul mercato

Edoardo Carlo Ceretti Nei prossimi mesi sarà integrato in Huawei Mate 20 e darà filo da torcere a Qualcomm e Samsung.

Che Huawei in questi ultimi mesi abbia lavorato sodo per realizzare il Kirin 980, nuovo SoC top di gamma che debutterà sull’atteso Mate 20, è il più classico dei segreti di Pulcinella. Ora però giungono conferme e ulteriori dettagli direttamente da Richard Yu, CEO del colosso cinese.

Nel corso di un evento a porte chiuse, Yu ha snocciolato alcuni dati di cui il Kirin 980 farà vanto: come ampiamente anticipato, si tratterà del primo chip realizzato tramite il processo costruttivo a 7 nm (in collaborazione con TSMC) ad approdare sul mercato, battendo sul tempo Qualcomm e Samsung. L’efficienza energetica sarà dunque il fiore all’occhiello del nuovo SoC, che tuttavia andrà a braccetto con un’eccezionale forza bruta.

LEGGI ANCHE: L’incredibile mondo di Xiaomi: ecco le aziende del Mi Ecosystem

La CPU sarà octa core con frequenza massima fissata a 2,8 GHz e consterà di 4 core Cortex-A77 e altrettanti Cortex-A55, con il pressoché scontato supporto alla nuova tecnologia CPU Turbo presentata da Huawei. La GPU potrebbe per la prima volta essere realizzata internamente da Huawei e non dovrebbe mancare la tecnologia GPU Turbo. Infine, il Kirin 980 porterà avanti la tradizione inaugurata dal predecessore circa la presenza di un’unità dedicata per le reti neurali (NPU 1M) e non mancherà nemmeno l’LTE Cat. 19 con velocità massima in download di 1,6 Gb/s. La presentazione ufficiale del nuovo chip potrebbe avvenire a Berlino nel corso di IFA 2018, ad inizio settembre.

Via: GizchinaFonte: Anzhuo
  • Marcello

    Immagino prezzi esorbitanti