Gli studenti francesi saranno completamente offline: ban assoluto degli smartphone a scuola

Vincenzo Ronca -

Il governo francese, dopo averlo promesso qualche mese fa ed in campagna elettorale, lo ha finalmente fatto: il divieto assoluto degli smartphone a scuola è diventato legge e sarà effettivo a partire dal prossimo anno scolastico. Il provvedimento è stato addirittura definito nell’ambito della salute pubblica, a sottolineare il fatto che i ragazzi francesi sono molto (forse troppo?) connessi.

La nuova legge investirà tutti gli studenti francesi fino alle scuole superiori: essa, di fatto, proibisce l’utilizzo di smartphone e tablet all’interno del perimetro scolastico, anche durante le pause pranzo e gli intervalli tra una lezione e l’altra. Il provvedimento lascia ai singoli collegi docenti la libertà di istituire delle piccole eccezioni, durante le quali sarà possibile usare i dispositivi elettronici per fini pedagogici.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi A2, la recensione

Dietro la decisione del governo francese, promossa anche personalmente dal presidente Macron, ci sarebbe la volontà di ridurre il rischio di cyber-dipendenza nei giovani, considerando che il 90% dei francesi tra i 12 e 17 anni già possiede uno smartphone.

Dunque, la Francia prosegue il suo impegno nella regolarizzazione e limitazione dell’interferenza della tecnologia nella vita dei suoi cittadini, dopo aver già vietato lo smartphone in auto, in qualsiasi tipo di situazione. Sareste contenti se accadesse lo stesso in Italia?

Via: EngadgetFonte: Agence France-Presse
  • Giovanni Bartolone

    Si, ma se ne dovrebbe permetterne l’uso durante la ricreazione e nell’intervallo tra una lezione e l’altra.

  • Torre

    Al tempo stesso i professori non dovrebbero stare al telefono durante la lezione per motivi di secondo lavoro ecc.