Il 5G scalderà e consumerà tantissimo, o almeno questo è quello che ci dice questo enorme heatpipe di Huawei (foto)

Matteo Bottin

Non ci sono molte aziende che stanno sviluppando chip che supportano la connettività 5G. È proprio per questo che il report di DigiTimes è abbastanza preoccupante. Secondo il report, infatti, il primo telefono di Huawei con connettività 5G consumerà molto più degli attuali telefoni 4G.

Come facciamo a saperlo? A quanto pare il CEO di Huawei, Eric Xu, ha confermato che il chip 5G consumerà ben 2,5 volte la potenza degli attuali chip 4G. Xu considera questo un compromesso accettabile per avere performance decisamente più elevate degli attuali standard, ma questo significa pure che i prossimi smartphone Huawei richiederanno batterie più grandi e sistemi di dissipazione non convenzionali.

LEGGI ANCHE: 5G per gli smartphone del 2019: Qualcomm annuncia soluzioni hardware fondamentali

Cosa intendiamo per “non convenzionali”? Huawei avrebbe richiesto alla ditta Auras Technology dei moduli di dissipazione in rame (con tanto di heatpipe) per cercare di smaltire il calore. Questa è solitamente una soluzione adottata nei portatili per smaltire il calore della CPU e scheda video, mentre negli smartphone si usano moduli in grafite.

Inoltre, i moduli sono spessi ben 0,4 mm e dunque richiedono una grande quantità di rame che andrà a influenzare il costo finale dello smartphone. La produzione dei moduli partirà a settembre, mentre il primo smartphone 5G di Huawei è atteso per giugno 2019. Voi scambiereste un po’ di autonomia per delle performance migliori?

Via: VentureBeatFonte: DigiTimes
  • ILCONDOTTIERO

    ** compromesso accettabile ?? **
    Ma che state a dì ??
    Cosa è il caldo ??
    Un 5G così è inutile a tutta la comunitá mondiale .
    Come mesi a dire che consumava molto di meno del 4G e adesso viene fuori tutto l’opposto …

    • Matteo Bottin

      Infatti è Eric Xu ad averlo considerato un “compromesso accettabile”.
      Per me è un po’ pazzo.

  • Andrea Ippolito

    “Voi scambiereste un po’ di autonomia per delle performance migliori?”
    Ma certo che no! Il 4G mi da già performance paragonabili a un’ottima Adsl/vdsl, e con il Pixel 2 XL faccio 6 ore di schermo e un filo di piu stando sempre sotto 4G. Io sto bene così.

    • Massimo Disarò

      Ma infatti, dove vogliono andare. Io col 4G ho fatto punte da 100 mega/s, su un telefono sono più che sufficienti.

  • Iron78

    Considerando che già ora i telefoni con una durata adeguata scarseggiano,
    significa che con il 5g avremmo tutti telefoni che dureranno mezza giornata, quindi considerato il tutto direi che possiamo rimanere fermi al 4g+

    • Federico Facchinetti

      E’ tutta una strategia per vendere più powerbank!!!

  • Leo994

    Se sono queste le condizioni, meglio rimandare il 5G sugli smartphone.

  • Massimo Disarò

    E ma poi c’è la ricarica rapida e per l’inverno va benone, ci si scalda le mani. Le batterie da 3000 Mha se le succhia che è un piacere.

  • beppe aa

    Il 4g consumava tantissimo appena uscito e attualmente consuma molto di più del 3g, sono purtroppo problemi di gioventù, non capisco tutto questo astio

    • VaporX

      Il 4G non ha mai richiesto heatpipe enormi, ma soprattutto il 4G era utile. Chi a Vodafone, in 4G, tocca i 100 mega: ora, esattamente, a cosa c***o servono altri mega in più su un cellulare?

      • Max 137

        Io con vodafone sono arrivato a vederne 148 e, francamente, non capisco a cosa possano servirmi

        • Phobos

          il vero vantaggio del 5g oltre la banda veramente alta è un altro ed è molto interessante a dire il vero si tratta della bassissima latenza, considera che il ping di un 5g può arrivare a 4ms… un ping da fibra.
          Con questo non voglio dire che il ping sia importantissimo per ogni cosa che si fa, ma ci sono certi ambiti in cui può risultare cruciale. Come per esempio le postazioni di chirurgia mobile.
          Che poi alla stragrande maggioranza delle persone un ping di quel livello non sia utilissimo è un altro discorso.

          • Max 137

            Non e’ un altro discorso.. E’ il discorso. I sistemi, di qualunque genere, si tarano sui valori medi mai sui picchi. Non e’ che si costruiscano macchine per andare a fare la spesa che superino i 600 kmh perche’ quelli che cercano di fare il reord di velocita’ a Bonneville ne hanno bisogno…
            La rete che usiamo tutti serve pr andare a fare la spesa… Mi pare evidente.

          • Phobos

            Il ping per certe applicazioni è fondamentale, se non si introducono delle tecnologie mobili per poter utilizzare sistemi a bassissima latenza, chi ha la necessità di utilizzarli si troverà sempre tagliato fuori da qualunque connessione mobile.
            Tu puoi anche non utilizzarlo ma se esiste la necessità e gli attuali sistemi non consentono di farlo si finisce che tutta quella parte di utenza che ha questa necessità sarà sempre costretta ad utilizzare connessioni fisiche.
            il discorso che fai tu può anche andare bene ma il fatto che un mezzo consenta di fare di più non implica che tu lo debba fare…
            Se tutti la pensassero come te ci si fermerebbe allo status quo e tutte le future evoluzioni sarebbero precluse… ti immagini se 50 anni fa agli albori del personal computer le persone avessero detto (e alcune società lo dissero) alle persone normali non servono i computer… servono solo alle grandi aziende… il mondo sarebbe rimasto a 50 anni fa… non bisogna pensare che siamo arrivati e che le tecnologie che abbiamo adesso bastano… chi si ferma è perduto…

          • Max 137

            Ma neanche per idea… Tu stai confondendo “progresso” con “adeguamento alla media”. Sono due cose assolutamente diverse. Ti faccio un esempio. La macchina fotografica digitale e’ stata un progresso. Nessuno dice di tornare alle analogiche. Progresso, ok? 2 miliardi di pixel per tutte le macchine fotografiche in vendita al supermercato perche’ al CERN serve cosi’.. e’ una czzta! Chiaro il concetto?

          • Phobos

            Il fatto che allo stato attuale avere un ping estremamente basso sia una cosa che serve solo in alcune circostanze e servizi non implica che sia una cosa che debba rimanere appannaggio di pochi. Però se tu non fai in modo che avere una bassa latenza sulle connessioni sia a disposizione di tutti ti precludi una parte del progresso.
            Ti faccio un esempio, partiamo dal presupposto che in futuro possano esserci delle auto a guida autonoma e che per poter migliorare il problema della congestione del traffico sia necessario una comunicazione bidirezionale fra tutti i mezzi… metti che non siano più necessari per esempio i semafori ma che le varie macchine conoscendo le informazioni relative alla velocità degli altri mezzi possano compiere scelte per far passare prima certe auto e poi altre senza dover ridurre troppo la velocità… per farlo è sicuramente necessaria una comunicazione wireless a bassissima latenza altrimenti le informazioni rischierebbero di essere scambiate tra gli automezzi con troppa latenza… ora se non esiste una infrastruttura a bassa latenza che consenta questo scambio di informazioni ti precludi questa possibilità.
            Fantascienza? Forse sì ma ricordiamoci che la tecnologia odierna era fantascienza 50 anni fa…

      • Alessandro Pucci

        Ma non capisco chi abbia mai detto che il 5G sia solo per velocità superiori al 4G.
        Esistono altre esigenze oltre alla velocità, che sono più implicite e che sono le migliorie che servono nei telefoni, come la densità di dispositivi connessi in una cella di 1km².
        Questa per esempio passa da 200mila a 1milione contemporaneamente.

  • Ivan Casucci

    la connettività 4g se sfruttata al massimo consuma moltissimo , il terminale si arroventa , dipende dalla quantità di dati richiesta in quel momento si può arrivare fino a deformare la scocca dello smartphone –

  • Roberto Damiano

    il 4g e’piú che sufficiente

    • sMattoZ1

      dicevamo lo stesso del 3g

      • andrea

        Non esattamente.. col 3g in molti casi era difficile la sera connettersi a causa di locali congestioni, il 4g ha notevolmente migliorato la cosa. Difficile avere un 4g pieno e una connessione che s’inceppi in uno streaming di youtube oggi.

        • sMattoZ1

          eppure a volte capita 😉

  • X-Navigator

    Quale sarebbe un’applicazione non pubblicitaria per la quale valga la pena una connessione tanto veloce su un dispositivo così piccolo?

    Come tecnologia 4G, basta e avanza sullo smartphone, mentre una connessione più veloce (banda più larga) è indubbiamente utile per altri generi di applicazioni, le quali possono tranquillamente “accontentarsi” di una buona connessione 4G se hanno bisogno dello smartphone per qualsivoglia scopo…

    • Luigiantonio Calò

      con l’arrivo di contenuti sempre più pesanti video streaming ecc come fu per il 4G anche il 5G avrà la giusta collocazione anche sugli smartphone…

      • carlo

        certo, giustamente su uno smartphone il 4k è il minimo sindacale no?
        il 5G con queste premesse ha senso solo e soltanto come sostituto dei collegamenti via cavo la dove la fibra non arriverà mai o arriverà con una qualità tanto degradata da preferirgli una connessione dati wireless.

        • Luigiantonio Calò

          non ho detto 4k… ma immagina i contenuti per le AR e VR…

          • carlo

            già indispensabile proprio un flusso dati di più di 300 megabit per il VR e AR…

          • Luigiantonio Calò

            non guardare nel tuo piccolo orto in campagna… guarda ad un medico chirurgo a NY che può fare una operazione remota anche se non fisicamente sul posto dove si trova il paziente… con la tua mentalità il genere umano vivrebbe ancora a mandare le lettere al posto della mail…

          • carlo

            guarda a un medico chirurgo a NY… LOL eco aveva proprio ragione. dai a un uomo un fine è troverà una scusa.

      • RiccardoC

        in pratica stanno creando il 5G prima che sia una reale esigenza?

        • Luigiantonio Calò

          infatti si parla del 2020, non ho una sfera di cristallo per conoscere le esigenze future dell’umanità, ma storicamente si è sempre fatto così altrimenti staremo ancora giocando con il telefono a filo e barattoli…

        • Federico Facchinetti

          i produttori non rispondono alle esigenze, le creano…. ed il popolo bue, purtroppo, crede di aver bisogno di… robe che fino al giorno prima non necessitava.

  • xbukowskyx

    Ora che iniziamo ad arrivare a fine giornata con una modesta 3500 mha….col 5g si ricomincia di nuovo da zero, vale a dire ritorniamo alle mezze giornate. Altro che notch o no. I prossimi top di gamma saranno scelti in base al 4g come standard

    • RiccardoC

      il 5G volendo lo potrai disattivare, come accade anche oggi con il 4G, quando non addirittura col 3G

  • inkognito89

    Raga non vi avvelenate, basta disattivarlo e andare di 4G se non vi servisse.

    • RiccardoC

      o anche di 3G nella maggior parte dei casi, per chi non usa il cellulare come centro multimediale

  • laveritàtifaràlibero

    secondo me con il passar del tempo vedremo arrivare dispositivi 5G che consumano meno. Credo sia una questione di tempo come lo fu a suo tempo per altri processorri, dispositivi e altro.

  • Pol Pastrello

    A suo tempo anche i primi smartphone con 4G consumavano e si scaldavano parecchio.

  • Alessandro Pucci

    Se I moduli 5G di Huawei non sono ben dissipati peggio per loro, esistono altri produttori come Nokia e altri produttori sudcoreani che hanno moduli 5G che non hanno bisogno di heatpipe così enormi e che non consumano così tanto.

  • Darioxx96

    Probabilmente quello non è il dissipatore per il modilo lte ma semplicemente il dissipatore drlle loro cpu rimaste ferme a 190 nanometri