Samsung annuncia il display infrangibile: diremo finalmente addio alle cover?

Giuseppe Tripodi -

Fatta eccezione per la sempre scarsa autonomia, uno dei principali problemi degli smartphone odierni è la loro fragilità e sarà capitato a tutti di sentire del dispositivo che, dopo una caduta di dieci centimetri, si ritrova con il vetro in frantumi. Tuttavia, pare che Samsung abbia raggiunto un punto di svolta, annunciando un display OLED infrangibile.

La notizia è stata data in sordina con uno scarno comunicato sul sito ufficiale, ma ci sono buone ragioni per interessarsi seriamente alla vicenda, anche perché l’infrangibilità è stata verificata e certificata da un organo indipendente come Underwriters Laboratories (UL). Per chi non lo conoscesse, UL è un’organizzazione statunitense indipendente che si occupa di certificazioni di sicurezza, con l’approvazione della Occupational Safety and Health Administration degli USA.

Il comunicato stampa riporta che il display in questione ha resistito a 26 drop test di fila eseguiti da un’altezza di 1,2 metri, nonché a temperature particolarmente alte (71 gradi) e particolarmente basse (-32 gradi), continuando a funzionare regolarmente. Inoltre, anche una successiva caduta da 1,8 metri (significativamente più alta degli standard di resistenza militare degli USA) non ha causato alcun danno allo schermo.

LEGGI ANCHE: Samsung brevetta un selfie phone con display anche sul retro

Non ci sono molte informazioni a proposito di questo pannello, ma Samsung spiega che si tratta di un display OLED flessibile racchiuso tra due strati di un materiale plastico infrangibili, del tutto simile al vetro per caratteristiche fisiche (a parte l’infrangibilità, ovviamente).

Samsung precisa che questo materiale potrà trovare un grande numero di applicazioni (tra cui anche console portatili, tablet, dispositivi militari, console per auto…), ma ovviamente la nostra attenzione è tutta puntata agli smartphone e non possiamo che chiederci con quale dispositivo debutterà il nuovo schermo infrangibile di Samsung. Lo vedremo già su Galaxy Note 9 o stiamo correndo troppo?