Ecco perché Fastweb è stata autorizzata da AGCOM ad applicare sovrapprezzi al roaming internazionali

Vincenzo Ronca

AGCOM ha approvato la richiesta di Fastweb di applicare un sovrapprezzo al roaming internazionale. La decisione è stata pubblicata negli ultimi giorni e autorizza l’operatore a non seguire il principio del “Roam Like At Home“, introdotto l’anno scorso nei territori dell’Unione Europea. In realtà, la stessa direttiva europea prevede delle eccezioni, ed è proprio ad una di queste che Fastweb si è appellata.

L’operatore ha richiesto l’autorizzazione ad applicare una tariffa aggiuntiva sul roaming internazionale per “recuperare i costi della fornitura di servizi di roaming al dettaglio regolamentati, tenuto conto delle tariffe massime all’ingrosso applicabili“. L’autorizzazione concessa da AGCOM ha una durata di 12 mesi, a partire dal prossimo 21 luglio, e le tariffe massimi applicabili equivalgono a 0,032 €/min per le chiamate (uscenti), 0,01 € per SMS (uscenti), 0,006 €/MB per traffico dati (0,0045 €/MB a partire dal 1 gennaio 2019).

LEGGI ANCHE: OnePlus Bullets Wireless, la recensione

Al momento, non conosciamo l’effettiva entità dei sovrapprezzi che Fastweb imporrà ai suoi clienti sul roaming internazionale: l’operatore, prima dell’applicazione, dovrà provvedere a comunicarli ai propri clienti.

Via: Mondo3
  • Okazuma

    Com’era lo slogan?
    Ah si: ” niente come prima”

    Complimenti vivissimi.
    Davvero non si salva nessun operatore tra prezzi nascosti, rimodulazioni, aumenti random, disservizi etc etc

    Vodafone mi chiama 2 volte al giorno per farmi tornare con loro ma se avessi accettato qualche mese fa, ora pagherei 2 euro in più a causa degl’uktimi aumenti