Corning annuncia il Gorilla Glass 6: ora il vostro smartphone potrà cadere più volte senza rompersi. Forse. (video)

Nicola Ligas -

Gorilla Glass 6 è ufficiale. Il celebre vetro per smartphone resistente ai graffi (e non solo), realizzato da Corning, e impiegato finora in oltre 6 miliardi di dispositivi, prodotti da oltre 45 brand. Questi sono i numeri del suo successo, e non sono numeri da poco. Gorilla Glass 6 è quindi l’evoluzione della precedente versione, progettata appositamente per sopravvivere a cadute da altezze più elevate, ma soprattutto per cavarsela anche nel caso di cadute multiple.

Secondo i test condotti in laboratorio, Gorilla Glass 6 è in grado di resistere a 15 cadute da un metro di altezza su una superficie ruvida: due volte meglio del Gorilla Glass 5. Nelle stesse condizioni la concorrenza (calce sodata e alluminosilicati) non sono sopravvissuti al primo impatto.

Gorilla Glass 6 is an entirely new glass composition that can be chemically strengthened to give it significantly higher levels of compression than is possible with Gorilla Glass 5. This enables Gorilla Glass 6 to be more resistant to damage. Moreover, with breaks during drops being a probabilistic event, the added compression helps increase, on average, the likelihood of survival through multiple drop events.

”Dr.

Corning non ha però tenuto in considerazione solo il display degli smartphone, ma anche il retro, che sempre più spesso è realizzato in vetro. Avendo quindi ben presenti i trend del momento, quali la ricarica wireless, la possibilità di personalizzare il telefono stampando sul vetro, o ancora le cornici sempre più piccole attorno allo schermo, Gorilla Glass 6 assicura la massima trasparenza, una perfetta sensibilità al tocco, una grande resistenza ai graffi, ed un’efficiente ricarica wireless, oltre alla massima durata nel tempo. Aspettatevi quindi di vederlo impiegato nei prossimi top di gamma, e non solo, nei mesi a venire.

Fonte: Corning
  • Samuele Pilia

    Inutile se montato sugli schermi curvi Samsung, che inspiegabilmente non danno la possibilità di scegliere se poter comprare la versione flat dei suoi top di gamma. Provenivo da un Note3 che ha resistito a cadute vertiginose e da infarto, senza mai riportare danni. All’S7Edge è bastata una caduta sull’angolo (con cover SPIGEN) da un comodino per frantumare totalmente lo schermo.
    Esperienza pessima che mi costringerà, in futuro, a optare per la concorrenza con schermi “normali” ma indubbiamente più resistenti.