Smartphone, la guerra dei caricabatterie: sistemi di ricarica rapida a confronto in questa infografica! (foto)

Matteo Bottin -

Da sempre noi esseri umani facciamo a gara a “chi ce l’ha più grosso“, soprattutto nel mercato della telefonia: prima dell’avvento degli smartphone la gara era su chi aveva il telefono più piccolo, poi più sottile, e ora si punta tantissimo sulle specifiche.

Certo è che se non si riesce a fornire una durata della batteria adeguata, si deve puntare sulla velocità di ricarica. Ecco quindi che i vari produttori lottano tra loro per mostrare il sistema che “ci mette meno” a ricaricare lo smartphone. Hometop ha realizzato una bellissima infografica che ci mostra vari sistemi di ricarica a confronto.

I concorrenti sono i seguenti: Apple Fast Charge, Huawei Super Charge (presente su smartphone come Honor 10), Dash Charging (di OnePlus), Qualcomm Quick Charge, Samsung Adaptive Fast Charging, Pump Express (di MediaTek), Turbo Charge (di Motorola) e USB Power Delivery (consigliata da Google). Chi avrà vinto?

Le figure qui sopra sono autoesplicative: in termini di potenza erogata dall’alimentatore Apple stravince su tutti, con ben 29 W contro i 22,5 W di Huawei Super Charge, il secondo classificato e addirittura 10,4 W dell’USB Power Delivery (il meno potente).

Tuttavia, sono le performance finali il fattore importante, e qui il sistema di Huawei vince sugli altri: non solo è il metodo che ci mette meno a ricaricare lo smartphone (dato che dipende molto dalla dimensione della batteria da ricaricare), ma fornisce anche il maggior numero di mAh/min: ben 46,57, contro gli “appena” 21,73 mAh/min dell’ultima classificata Apple Fast Charge, dato che un po’ stupisce se guardiamo la mera potenza.

OnePlus, con il suo Dash Charging, ottiene la medaglia d’argento, con 41,25 mAh/min, mentre al terzo posto abbiamo il Samsung Adaptive Fast Charge, con 33,33 mAh/min. La guerra dei caricabatterie ha ancora margini di miglioramento dunque!

Ma molte più informazioni possono essere estratte dalla infografica completa: potete trovarla nella galleria a fine articolo, oppure potete raggiungere la fonte al link seguente, dove troverete l’immagine a risoluzione originale. Che ne pensate di questi dati?

Via: XDA DevelopersFonte: Hometop
  • marco777

    MI sembra un po’ poco preciso come confronto.

    Intanto Google usa USB Power Delivery sui sui dispositivi, ma ad una velocità diversa, ovvero 18 W, con profilo 9V/2A.

    10.4 W non so da dove sia uscito, dovrebbe essere un caricabatteria 5V/2.1A, ma non mi risulta ne abbiano mai usati. Già quello con il Nexus 5X supportava 5V/3A.

    Apple sui suoi dispositivi recenti non usa “Apple Fast Charge”, ma usa proprio l’USB PD, con lo stesso profilo usato dai Pixel, ovvero 18 W con 9V e 2A. Il fatto che il caricabatterie più economico venduto da Apple raggiunga 29 W (essendo pensato per il MacBook) non significa che il telefono possa assorbirli.

    Inoltre le prime due tabelle utilizzate sono inutili, perché influenzate fortemente dalla capacità della batteria.

    Inoltre l’USB Power Delivery non è un alimentatore come scritto nell’articolo, ma uno standard, che supporta una potenza massima di 100 W. Infatti iPhone 8/X ed i Pixel si possono ricaricare rapidamente anche con l’alimentatore di un MacBook da 87 W, ma sempre restando sotto i 18 W massimi del dispositivo.

  • Leon94

    Ma non si era confermato che più veloce è la carica e meno sarà la vita complessiva della batteria?

    • marco777

      Sì, questo si è sempre saputo. Infatti la cosa migliore sarebbe usare un caricabatteria il più lento possibile in base al tempo che si vuole dedicare alla ricarica. Per esempio se lo si lascia la notte un caricabatterie da 0.5A probabilmente è ideale, perché caricherebbe la maggior parte dei device in circa 7 ore, lasciando il telefono in mantenimento (ovvero al 100%) poco tempo.

      La cosa peggiore da fare è metterlo in carica con uno di questi alimentatori e poi lasciarlo per ore collegato, perché scalda il telefono inutilmente, consumando la batteria.

      Certo fa sempre comodo poter contare su queste soluzioni quando si è di fretta e si ha bisogno di un po’ di autonomia extra.

  • _PorcoDi3Lettere_

    Ho il Huawei super charge su Honor 10 é fenomenale!

    • vincenzo francesco

      Come ti trovi con Honor 10?
      Io non ho ancora deciso se tenerlo o venderlo..

    • Flagship

      Spero per te che la velocità di ricarica non sia direttamente proporzionale alla velocità d’usura della batteria

  • TramontoBlu

    Sarebbe interessante vedere anche al contempo la batteria che si mantiene di più con gli anni, utilizzando queste tecnologie di ricarica.

  • Teresa1kiss

    OT: mi spiace.
    Dico sul serio, mi spiace veramente ma il vostro sito non è navigabile e costringe le persone ad installare un adblock. So che il concetto di è nato prima l’uovo o la gallina è già stato ampiamente dibattuto, ma se voi non fate il primo passo saranno gli utenti a bloccarvi le pubblicità. Io dal lato mio, per quanto piccolo, la chance ve l’ho data ma onestamente da oggi alzo bandiera bianca anche io perché non è sostenibile avere il 98% della superficie coperto da pubblicità. Ripeto, mi spiace perché riconosco il vostro impegno.

    https://uploads.disquscdn.com/images/f8ce061abc3f12fccfcac63db6fe875ea4fab83ce15100edb8d9d9d35deda1fe.jpg

  • Krasto

    È il maggior numero di mAh/min che conta. Conseguentemente più è alto questo valore, maggiore sarà la velocità di ricarica. Avere seimilamilioni di gigawatt non serve a nulla.

  • Ryder_173

    Insomma, sembra che usb power delivery di google faccia c@g@re