Dati TIM: al Sud si naviga più che al Nord, il 98% del territorio è coperto da LTE e la sua Fibra girerebbe 400 volte intorno alla Terra

Vincenzo Ronca Pubblicati dati e mappe regionali e provinciali relativi alle infrastrutture TIM: illustrati i progressi delle diverse tipologie di reti e rispettive coperture a livello nazionale

TIM ha da poco pubblicato un gran numero di dati e mappe relativi alla sue diverse reti ADSL, Fibra e mobile, per dare un’idea dei progressi fatti dalla compagnia negli ultimi 4 anni in termini infrastrutturali e anche di come distribuisca le sue risorse sul territorio italiano.

Relativamente alla rete mobile, ciò che emerge è la quasi totale copertura con la rete LTE del territorio italiano: il 98% dei comuni italiani è raggiunto dal LTE dell’operatore, con una distribuzione prevalentemente equa da Nord a Sud, eccetto per Basilicata, Sardegna e Liguria che sfiorano solo l’80% della copertura 4G e 4G plus. Le aree a generare più traffico dati si trovano al Sud, in particolare in Campania, dove Napoli è la prima città in assoluto, Calabria e Puglia. In generale rispetto allo scorso anno, gli italiani hanno navigato di più consumando un traffico dati pari a 500 milioni di film in 4K.

LEGGI ANCHE: le migliori offerte TIM

Parlando in termini di rete Fibra, TIM rispetto al 2016 ha incrementato dal 59% al 77% la copertura nazionale, eccellendo in Sicilia, Puglia e Liguria ma faticando in Sardegna e Valle d’Aosta. La rete ADSL ormai copre quasi la totalità dei comuni italiani: solo lo 0,4% del territorio non è raggiunto dalla rete e, in termini regionali, solo il Molise è coperto per meno del 95%.

Per tutti gli ulteriori dettagli relativi al report di TIM, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale dedicato: potrete trovare tutti i dati divisi secondo le varie regioni e province italiane, relativi alle varie tipologie di rete offerte da TIM.

 

Via: CorriereComunicazioni