La nuova tecnolgia ISOCELL Plus di Samsung promette faville per gli scatti notturni su smartphone

Vezio Ceniccola

Samsung compie un altro passo in avanti sulla strada dell’evoluzione della fotografia per smartphone. La divisione dell’azienda coreana che si occupa della progettazione e realizzazione di semiconduttori ha annunciato lo sviluppo della nuova tecnologia ISOCELL Plus, che promette di portare ad un livello ancora più alto la qualità fotografica dei dispositivi mobili.

Il sistema ISOCELL attuale ha già portato molti vantaggi per i sensori d’immagine CMOS, come testimoniano le ottime performance ottenute dai top gamma di Samsung negli ultimi anni. La differenza con la nuova versione Plus sta nel materiale utilizzato per la divisione dei pixel: attualmente si utilizza una grigalia metallica, mentre con ISOCELL Plus si passa ad un materiale di nuova generazione prodotto da Fujifilm.

Grazie a questa piccola ma importantissima innovazione, è possibile aumentare la capacità di catturare la luce da parte di ogni singolo pixel del sensore, riducendo al minimo le interferenze tra pixel vicini. Ciò significa che si possono scattare foto migliori anche in condizione di luci scarse, aumentando del 15% la sensibilità alla luce e ottenendo anche una migliore la fedeltà cromatica.

LEGGI ANCHE: Qualcomm lancia Snapdragon 632, 439 e 429

L’obiettivo di Samsung è di realizzare sensori ISOCELL Plus con risoluzioni molto alte – oltre i 20 MP – sfruttando pixel a dimensioni di soli 0,8 µm e senza una diminuzione di performance. Le prime applicazioni pratiche della nuova tecnologia arriveranno sul mercato nei prossimi mesi, più probabilmente a partire dal prossimo anno, anche se per adesso non sono ancora state rivelate date precise a riguardo.

Fonte: Samsung