ho. Mobile è davvero “tutto chiaro”? Ecco le condizioni dell’offerta a cui fare attenzione

Nicola Ligas -

Vodafone non ci ha messo molto a rispondere ad Iliad, ed il lancio odierno di ho. Mobile ne è la prova. Stesse condizioni (in linea di massima) dell’operatore francese, al costo di 1€ al mese in più, ma con una rete che promette di avere maggiore copertura e maggiore velocità. Ma è davvero tutto oro quel che luccica.

Minuti ed SMS davvero illimitati?

Iniziamo dall’unica offerta finora presentata: minuti illimitati, SMS illimitati e 30GB. C’è stata un po’ di discussione in merito in rete, a causa di una “svista” di ho. Mobile stesso nelle sue condizioni. Fino a poche ore fa infatti, nelle condizioni generali, paragrafo 4, “Buona fede, correttezza e uso personale”, si poteva leggere quanto segue.

In particolare, l’uso si considera personale quando rispetta almeno tre dei seguenti parametri:

  • traffico giornaliero in uscita non superiore a 160 minuti;
  • traffico mensile in uscita non superiore a 1250 minuti;
  • traffico giornaliero in uscita verso altri numeri ho. non superiore all’80% del traffico giornaliero uscente complessivo;
  • traffico giornaliero in uscita non superiore a 4 volte il traffico giornaliero in entrata.

Nel caso in cui la tua offerta abbia minuti e SMS illimitati, l’uso si considera personale se il traffico giornaliero voce e SMS in uscita verso altri operatori è inferiore a 3 volte il traffico voce o SMS in entrata da altri operatori.

ho. Mobile ha poi eliminato la prima parte di questo paragrafo, perché si riferiva (come spiegato subito dopo l’elenco puntato) ad offerte senza minuti ed SMS illimitati. Dato che l’operatore non ha, per adesso, offerte di questo tipo, e che in molti avevano già frainteso quanto riportato, è stata fatta un po’ di pulizia, ed ora è rimasto solo il seguente paragrafo.

L’uso si considera personale se il traffico giornaliero voce e SMS in uscita verso altri operatori è inferiore a 3 volte il traffico voce o SMS in entrata da altri operatori.

Tradotto in soldoni, chiamate ed SMS inviati possono essere fino al triplo di quelli ricevuti; ogni giorno. Non ci immaginiamo poi che sia un vincolo così rigido da non poter essere sforato saltuariamente, quanto piuttosto che sia un’indicazione di massima per tutelarsi. In ogni caso, se l’utente dovesse infrangere questi limiti, potrebbero esserci delle conseguenze, come esplicitato più sotto.

Per verificare il rispetto di tutte queste condizioni ho. potrà monitorare il tuo traffico e contattarti per chiarimenti.

In caso di inosservanza dei questi principi, possiamo interrompere, totalmente o parzialmente, la prestazione dei servizi e, dopo avertelo comunicato, applicare le condizioni economiche di una offerta che risulti conforme a tale utilizzo del servizio. In questo caso potrai esercitare il diritto di recesso gratuito.

Sia chiaro che i “principi” cui si riferisce ho. non sono solo quelli che abbiamo riportato qui sopra. Si parla anche dell’uso all’estero, dell’inserimento della SIM solo in dispositivi omologati e di altro.

Velocità di navigazione

Per quanto riguarda la velocità di navigazione, per fortuna, le cose sono molto più chiare, e le trovate in questo PDF riassuntivo, presente in calce a questa pagina.

  • Velocità in download di 60 Mbps
  • Velocità in upload di 52 Mbps

Non si tratta certo di velocità al pari con l’ordinaria rete Vodafone, ma comunque sono piuttosto elevate e più che sufficienti per la maggior parte delle esigenze. Tutto ciò al netto di possibili cali, che l’operatore non può escludere a priori. Sempre nelle condizioni generali troviamo infatti il seguente paragrafo.

Quando il carico della rete è particolarmente elevato, ho. può introdurre dei meccanismi temporanei e non discriminatori volti a garantire l’integrità e la sicurezza della rete, come la limitazione della velocità di connessione. Questo meccanismo viene attuato in via prioritaria sulle applicazioni che comportano un maggior consumo di banda (es. peer to peer o file sharing).

Questo è quanto abbiamo trovato al momento spulciando le condizioni di ho. Mobile presenti nel sito ufficiale. Se aveste delle osservazioni o suggerimenti da fare, lo spazio dei commenti è a vostra completa disposizione.

Aggiornamento

Abbiamo corretto le considerazioni in merito a “L’uso si considera personale se il traffico giornaliero voce e SMS in uscita verso altri operatori è inferiore a 3 volte il traffico voce o SMS in entrata da altri operatori” perché il calcolo del rapporto tra chiamate effettuate/ricevute era errato. Mi scuso personalmente per non averlo scritto correttamente fin dall’inizio.