L’ultima chance per i Pebble di rimanere in vita si chiama Rebble?

Edoardo Carlo Ceretti I servizi online di Pebble chiuderanno definitivamente i battenti il 30 giugno 2018, ma il progetto Rebble punta a subentrare per mantenerli attivi.

Al momento dell’acquisizione nel dicembre del 2016, Fitbit fu subito chiara sul futuro dei Pebble, destinati a non ricevere più aggiornamenti software e a vedere dismessi i servizi online di lì a qualche tempo. Fortunatamente, Fitbit è stata tutto sommato generosa con gli aficionados di Pebble, dando loro più di un anno e mezzo di tempo per utilizzare i servizi online. Ormai però, i titoli di coda sono arrivati: il 30 giugno calerà definitivamente il sipario.

Se per Fitbit si tratta di una questione di affari e dunque non tornerà sui suoi passi, per molti appassionati degli storici smartwatch è invece una questione puramente di cuore. Una passione che ha portato alla nascita di Rebble, un progetto non ufficiale creato da Katharine Berry, una ex dipendente di Pebble, idealmente sostenuto anche dal fondatore della fu startup, Eric Migicovsky.

LEGGI ANCHE: Fitbit Versa, il vero erede di Pebble: la recensione

L’obiettivo di Rebble è quello di mettere a disposizione nuovi server alternativi per mantenere in vita le principali funzionalità online dei Pebble, in primis lo store di app e watchface, ma anche la Timeline, il servizio meteo e quello di dettatura vocale. Per questi ultimi però non sarà così semplice: la Timeline verrà aggiornata soltanto ogni 15 minuti, restituendo dunque un’esperienza meno immediata ed intuitiva, mentre meteo e dettatura vocale probabilmente non saranno gratuiti per gli utenti, visti gli alti costi di sviluppo e gestione dei server.

Al momento non è nemmeno chiaro se tutto filerà liscio o ci saranno degli intoppi, quantomeno nella prima fase di transizione dai server Pebble in chiusura e quelli Rebble, che non sono ancora aperti al pubblico. Rebble comunque invita tutti gli utenti ancora affezionati al proprio smartwatch Pebble di creare un nuovo account Rebble entro il 30 giugno 2018, a questa pagina.

Via: The Verge, TwitterFonte: Rebble
  • Mane

    Belle le intenzioni, ma fra fra 1 anno forse avremo una release installabile con 1 watchface e poco altro e nel frattempo avremo per le mani dei pebble con la batteria morta

    • G!

      Il mio e’ gia’ bello che andato