Asus VivoWatch BP non sarà bello, ma è sicuramente utile! (foto)

Roberto Artigiani Leggero per essere un misuratore di pressione, pesante come fitness tracker.

Asus VivoWatch BP non sarà una bella vista e il suo sistema operativo è sicuramente piuttosto basilare, ma questi sono “dettagli” ininfluenti per chi ha problemi di pressione, il target dichiarato di questo smartwatch. Pur essendo pesante se confrontato con i comuni fitness tracker, Asus VivoWatch BP è piuttosto comodo soprattutto se paragonato alla strumentazione usata solitamente per la misurazione della pressione sanguigna.

L’orologio smart di Asus infatti si propone di sostituire lo sfigmomanometro per tutte quelle persone che devono tenere costantemente sott’occhio i propri parametri. Attraverso una combinazione di sensori EKG (elettrocardiogramma) e PPG (fotopletismografia) riesce ad ottenere una misurazione di pressione e battito cardiaco in 15-20 secondi.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S9 può misurare la pressione sanguigna

Asus VivoWatch BP è stato testato dai colleghi di The Verge, ma, trattandosi di un dispositivo con scopi medici, non siamo in grado di valutare la sua affidabilità. Asus VivoWatch BP sembra un compromesso ragionevole e può anche raccogliere dati sull’andamento del sonno e altre attività attraverso l’app HealthAI che fornisce consigli utili sulla salute.

Stando alle cifre dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel mondo 1 persona su 5 soffre di problemi relativi alla pressione che è considerata causa principale o concausa in più di 9 milioni di decessi all’anno. Il mercato c’è, non a caso Omron – la nota azienda americana che si occupa di dispositivi sanitari – ha già lanciato un paio di modelli qualche tempo fa.

Asus afferma che VivoWatch BP è il 70% più piccolo e 50% più leggero delle alternative concorrenti ed è dotato di una batteria in grado di garantire 28 giorni di attività con una ricarica. Asus VivoWatch BP sarà in vendita in Europa da agosto a un prezzo stimato di circa 150€.

Via: The VergeFonte: Asus