Le vendite di smartphone sono in ripresa, ma il merito non è mica dei top gamma

Vezio Ceniccola

Lo stato di salute del mercato smartphone a livello globale inizia a migliorare, dopo qualche mese di sofferenza. Se il crollo delle vendite in Cina aveva dato brutti segnali per l’ultimo trimestre del 2017, il Q1 2018 si è dimostrato un buon periodo ed ha fatto segnare una piccola, ma significativa ripresa.

Secondo i dati riportati dalla società di analisi Gartner, le vendite totali nei primi tre mesi di quest’anno sono state di circa 384 milioni di unità in tutto il mondo, con un aumento dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. A beneficiare maggiormente di questa ripresa sono state le società cinesi, in particolare Xiaomi e Huawei, che hanno rosicchiato quote di mercato ai leader del settore Samsung e Apple.

Come spesso accade, il merito di questo “rimbalzo” del settore non si deve ai top gamma, ma piuttosto ai dispositivi di fascia bassa. Grazie a nuovi modelli di buona fattura e dal prezzo aggressivo, le vendite sono tornate a crescere più velocemente, per la felicità soprattutto della già citata Xiaomi, che in un solo anno ha raddoppiato le sue quote.

LEGGI ANCHE: L’incubo degli italiani è la memoria del telefono

Le aspettative per il prossimo trimestre sono abbastanza incerte. Sebbene le novità del mondo smartphone potrebbero attirare i clienti, l’attesa per i modelli previsti per l’autunno potrebbe limitare gli acquisti e creare una situazione di stallo per il mercato. Vedremo cosa diranno le analisi una volta che tutto sarà più chiaro, intanto trovate di seguito tutti i dati per quanto riguarda il Q1 2018.

Via: EngadgetFonte: Gartner