Play Store vs App Store

Sviluppare per App Store può far guadagnare 10 volte tanto che su Google Play Store (foto)

Matteo Bottin Ma solo se si guardano i guadagni per dispositivo venduto

Che App Store abbia quasi sempre battuto il Play Store di Google per quanto riguarda i ricavi dalle app scaricate e comprate, è un dato di fatto. Certo è che arrivare a puntualizzare che su App Store si possa guadagnare 10 volte più che su Google Play Store, fa un po’ scalpore. Ma andiamo ad analizzare meglio i dati.

La ricerca arriva da Morgan Stanley, e analizza (ovviamente) i guadagni per ogni piattaforma, analizzando il ricavato per singolo download e per singolo dispositivo.

LEGGI ANCHE: App Store contro Play Store: una carrellata di statistiche riguardanti il 2017

Il guadagno per singolo download è il dato probabilmente più interessante: nel Q1 2018 l’App Store di Appe ha fatto guadagnare 0,44$ per download, contro i 0,10$ del Play Store. Si tratta di un 340% in più dello store di Apple nei confronti di quello di Google. Non solo, ma considerando i dati nell’arco di tempo 2014-2018, App Store ha visto un aumento dei guadagni del ben 119%, mentre il Play Store si deve accontentare di un +14%.

Il dato più strabiliante riguarda il guadagno per dispositivo venduto: Stanley ha stimato che l’App Store ha generato un guadagno di 5,08$ contro i 0,47$ del Play Store. Ben 10 volte tanto!

Ovviamente quest’ultimo dato tiene in considerazione anche quegli utenti “base” che, più di Facebook e WhatsApp di solito non tendono a scaricare nel proprio smartphone. Sono comunque dati impressionanti, che ne pensate?

Via: Android CentralFonte: Morgan Stanley
  • Red 10

    Queste statistiche non hanno nessunissimo senso perché è come confrontare le pere con le mele.
    I due store hanno condizioni di ingresso nettamente differenti per gli sviluppatori.
    Per poter pubblicare app su Google Play si paga 25 euro una volta sola per tutta la vita, mentre su Apple App Store si deve pagare 99 euro tutti gli anni.
    È ovvio che ci sono molte app gratis o che non hanno il successo sperato che possono stare su Google Play a vita, mentre su App Store il relativo sviluppatore o non ce le mette proprio o magari ce la toglie dopo qualche anno (dopo 10 anni sarebbero ben 990 euro di costo!!!).
    Questo fa si che su Google Play ci siano molto di più le app che non generano “profitto” rispetto ad App Store.
    Queste statistiche avrebbero più senso se fatte solo prendendo in considerazione un certo numero di app di successo (e non gratis) presenti in entrambi gli store.

    • ILCONDOTTIERO

      Praticente se la tua app su Apple Store non ha successo , in trentanni ti pignorano la casa XD 🙂 .

      • Red 10

        Sì, infatti. Anch’io ci ho messo il mio gioco (che si chiama come me 🙂 ed ha anche la mia stessa icona :P) ma siccome è gratis (completamente, nessun prezzo, acquisto in-app o pubblicità) prevedo che tra 1-2 anni di toglierlo da App Store (a meno che non comincio a svilupparci seriamente altre app) e lasciarlo solo su Google Play, Microsoft Store (altro store che paghi una volta sola in tutta la vita) e sito web.
        Ad Apple non gliene frega niente di chi vuole fare app gratis o senza pretese.

  • Giovanni Vaccalluzzo

    La Apple ha delle regole TERRIBILI sull’app store. Io sviluppo app e giochi e fanno di tutto per mettere i bastoni tra le ruote, con tempi di attesa lunghissimi e servizio assistenza INESISTENTE. Ho provato tantissime volte a contattare, sollecitare , ma nulla. E ti bocciano le app per delle cose a dir poco ridicole e contraddittorie, senza possibilità di appello. In poche parole lo faccio solo perchè sono costretto