Questo gioco sembra Dark Souls per smartphone! (ma non lo è)

Giorgio Palmieri

In principio c’erano Snake e Space Invaders: oggi, invece, c’è chi propone un gioco à-la-Dark Souls sul cellulare. Come cambiano i tempi, non è così? Del resto, non usavo la parola “cellulare” da troppo tempo.

Stiamo parlando di Animus – Stand Alone, titolo della software house coreana Tenbirds che attinge a piene mani dal ben più noto Ire – Blood Memory, realizzato dalla medesima società: ne estrae i personaggi e il bestiario per confezionare, però, un’esperienza diversa, simile appunto allo stile delineato da From Software. Lo si percepisce dall’atmosfera, dalla solitudine, dal livello di sfida tarato verso l’alto che richiede uno studio degli schemi comportamentali dei nemici, in particolar modo quelli dei boss.

La struttura, d’altro canto, è stata contestualizzata nel contesto mobile, in tutto e per tutto. L’intrecciato level design di Dark Souls non fa la sua presenza, e lascia spazio a livelli piccoli e lineari nei quali bisognerà sconfiggere nemici su nemici attraverso un sistema di combattimento semplificato, ma non lontano dal gameplay dell’opera di Miyazaki, dove la stamina regola la frequenza degli attacchi e delle schivate.

LEGGI ANCHE: Recensione Dark Souls Remastered

L’offerta riprende molti elementi da titoli quali Monster Hunter e Diablo per condire ulteriormente il pacchetto, in particolar modo gli aspetti legati alla progressione del personaggio, dai reagenti per ottenere e potenziare nuove armi, alla semplice operazione di livellaggio, per mezzo della quale si potranno guadagnare punti da spendere nell’apposito albero di talenti passivi.

I controlli non si rivelano sempre all’altezza della situazione, specie se si gioca su uno smartphone, data la piccola dimensione dei pulsanti virtuali. Abbiamo preferito giocare su tablet, dove si riescono a concatenare meglio le combo in virtù della maggiore grandezza dei tasti digitali. Detto ciò, il punto dolente della produzione è il prezzo: 7,99€ con micro-transazioni atte ad alleviare l’eventuale tedio dovuto alla ripetizione delle missioni per ottenere più ricompense. Se siete interessati, acquistate Animus – Stand Alone tramite i badge in calce: per tutti gli altri, ad attendervi su SmartWorld c’è la nostra recensione di Dark Souls: Remastered.

Animus Stand Alone – Trailer

Animus Stand Alone – Screenshot