Apple sta pensando a nuove smart replies per quando non possiamo rispondere alle chiamate

Vezio Ceniccola

Le risposte rapide sono uno strumento molto utile in determinate situazione, ad esempio quando non è possibile rispondere ad una telefonata perché si è alla guida. L’ultimo brevetto di Apple punta l’attenzione proprio su questa funzionalità e propone interessanti novità per migliorarla ed ottimizzarla come mai visto sinora.

Le immagini contenute nella richiesta di brevetto mostrano alcune situazioni tipiche in cui le nuove smart replies possono essere utilizzate al meglio, sfruttendo l’integrazione con l’assistente vocale Siri e il sistema CarPlay mentre l’utente sta guidando la proprio auto.

Nella prima è visibile una chiamata in arrivo sullo smartphone, mostrata anche sullo schermo dell’auto. Le risposte rapide offerte all’utente sono più specifiche rispetto a quelle che siamo abituati a vedere, con indicazioni precise sulla nostra posizione e sul tempo che occorre per raggiungere la nostra meta. Se l’utente declina la chiamata, Siri può mandare al contatto una delle risposte rapide presenti sullo schermo, in modo da fargli capire in modo specifico la ragione per cui la chiamata è stata rifiutata.

Ancora più particolare la seconda immagine, nella quale l’utente riceve una chiamata da un contatto identificato come “Boss”. In questo caso le opzioni precedenti non sono visualizzate, ma l’assistente vocale chiede esplicitamente se l’utente vuole rispondere alla chiamata del proprio capo.

LEGGI ANCHE: Apple sta pensando al lancio di un “servizio video”

Questo sistema più intelligente potrebbe essere particolarmente utile anche in altri contesti, ma purtroppo per adesso non si hanno altri dettagli a riguardo. Si tratta, come detto, solo di un brevetto, dunque non è ancora prevista alcuna funzione di iOS in arrivo. Magari le prime informazioni in merito potrebbero arrivare durante il prossimo WWDC, in avvio nelle prossime settimane.

Via: The Verge