WhatsApp si aggiornerà includendo… Gli sticker! (foto)

Matteo Bottin -

Nel keynote F8 di Facebook che si è tenuto oggi a San Jose, non si è parlato solo del social network in blu, ma anche delle sue app collegate (o possedute). Tra queste c’è ovviamente anche WhatsApp.

Tra le novità, gli sviluppatori hanno annunciato che verrà aggiunto il supporto agli sticker, esattamente come succede già in Telegram o nella “sorella” Facebook Messenger. Proprio come succedere per le altre piattaforme, inoltre, gli sviluppatori potranno aggiungere le loro collezioni di sticker.

Non si tratta di un fulmine a ciel sereno, infatti ne abbiamo parlato più volte durante gli ultimi mesi, mostrandovi alcuni sticker, la ricerca e gli aggiornamenti della beta. Inoltre, ricordiamo che di sticker su WhatsApp se ne parla da quasi un anno.

LEGGI ANCHE: WhatsApp beta dà più potere agli amministratori

Non sono state fornite alcune informazioni su come verranno implementati o come potranno gli sviluppatori aggiungerne di nuovi, ma immaginiamo che non dovremo attendere a lungo. Ne saranno felici tutti gli utenti di WhatsApp (che ad oggi ammontano a 450 milioni attivi giornalmente), no?

Via: The Verge
  • Elektrosphere

    È incredibile che non siano ancora stati implementati. E i bot a quando? Davvero sempre troppo indietro quest’applicazione ?

    • John Lemmon

      benvenuto nel mondo del quasi monopolio. quando non temi nessuno ti puoi grattare tutto quanto

  • Che app a dir poco vergognosa

  • CreXZor

    Io ancora non mi capacito della pigrizia della gente, basterebbe solo switchare su telegram per avere questo e molto altro, è gratis, le novità sono sempre tantissime ed il supporto costante, davvero non riesco a comprendere

  • Tiwi

    ben arrivati

  • Karellen

    Che mettano un client pc/mac non collegato allo smartphone prima delle cazzate…

    • Impossibile da effettuare senza modificare il funzionamento base di WhatsApp. I messaggi inviati e ricevuti sono memorizzati sul telefono, ed i server di WhastApp funzionano solamente da mediatori tra mittente e destinatario.

      Per sviluppare un client scollegato dallo smartphone bisognerebbe memorizzare i messaggi sui server WhatsApp, facendolo diventare un servizio cloud.

      Più facile a dirsi che a farsi.

      • Karellen

        Lo so, ma se c’è qualcuno che ha risorse da poter investire è proprio facebook. Basterebbe anche solo che ogni messaggio inviato ad una persona si sdoppiasse per ciascun dispositivo registrato in quell’account… Ovvio che un client web sarebbe una soluzione tecnicamente migliore, ma mi accontenterei anche di qualcosa funzionante, non come l’attuale che lo apri, errore, riprova, riprova, niente, lo chiudi, lo riapri, ancora niente, ti decidi a prendere il telefono e forse solo in quel caso accede…

        • Basta solo accendere lo schermo del telefono per farlo collegare (se il browser e lo smartphone sono stati già accoppiati in precedenza).

          • Karellen

            A volte si, basta sbloccare il telefono, ed a dir la verità può anche succedere che parta subito, ma in alcuni casi bisogna anche passare da wi-fi a 3g o viceversa, o aprire WhatsApp e scrollare la lista delle conversazioni, o altre operazioni simili. Non è il telefono sicuramente, dato che ne ho cambiati almeno tre, e neanche il pc, stessa cosa su 3-4, e non ho mai notato differenze (disabilito sempre i sistemi di risparmio energia che taglino le reti). Fatto sta che così com’è non è proprio il massimo che ci si aspetti… Prova a pensare se funzionassero così una volta si ed una no se va bene gli aerei o i medicinali!

          • Si, ovviamente non è il telefono ma il comportamento di WhatsApp in background.

          • Roberto

            A me non succede tutto questo. Che telefono hai?

          • Karellen

            In ordine cronologico ho avuto questi:
            – htc one play edition (di fatto un nexus);
            – htc one con cyanogen;
            – note 4 stock;
            – note 4 cyanogen;
            – htc 10 stock.