Con gli auricolari Meizu Halo non passerete di certo inosservati (specialmente di notte) (foto e video)

Edoardo Carlo Ceretti

Meizu ha realizzato degli auricolari Bluetooth decisamente anticonvenzionali, chiamati Halo. Dimenticatevi la discrezione e l’estrema riduzione delle dimensioni che perseguono modelli sul genere delle Apple AirPods o Samsung Gear Icon X, perché in questo caso la filosofia è proprio agli antipodi.

Meizu Halo sono dotate di filo e non soltanto per formare il classico archetto da posizionare dietro al collo. Ad una estremità, lunga complessivamente 1,5 m si trova un controller che contiene anche la batteria, la quale garantisce un’autonomia fino a 15 ore di riproduzione, in modalità convenzionale, sfruttando anche lo standard aptX. Ma nel cavo, stranamente lungo per degli auricolari Blueooth, si cela la vera peculiarità di Meizu Halo.

LEGGI ANCHE: JBL Soundgear BTA, la recensione

Si tratta di Fibrance, una speciale fibra di vetro flessibile prodotta da Corning, in grado di illuminarsi di rosso, verde o blu. L’effetto ottenuto è davvero particolare e suggestivo, specialmente se attivato durante le ore notturne. Qualcuno potrebbe ritenerlo fighissimo, qualcun altro tamarro, ma sta ai gusti personali giudicare. Il dato oggettivo è che, con luci accese a circa il 50% di luminosità, l’autonomia si attesta sulle 5 ore – la ricarica completa richiede invece un’ora e mezzo.

È inoltre presente un’app per smartphone, per controllare il livello di luminosità e le modalità di illuminazione. Meizu Halo saranno disponibili in Cina a partire da questo mese di aprile, ad un prezzo di 999 yuan, che al cambio attuale equivalgono a circa 129€. Al momento però, non sappiamo se Meizu deciderà di lanciarle anche sul mercato internazionale.

Via: The Verge