Giphy rimosso da Instagram e Snapchat a causa di una GIF razzista (aggiornato: riammesso)

Edoardo Carlo Ceretti Le due piattaforme social non hanno perdonato la comparsa di una GIF offensiva e di pessimo gusto su Giphy.

Giphy è uno dei più noti contenitori di GIF animate sul web, il cui utilizzo da parte degli internauti ha visto un vero e proprio boom nel corso degli ultimi anni. Non c’è voluto molto perché la maggior parte dei servizi di messaggistica e le piattaforme social le integrassero, gran parte dei quali proprio servendosi dell’appoggio esterno di Giphy.

Tuttavia, nei giorni scorsi Giphy è incappato in una questione spinosa, che ne ha portato la rimozione del supporto da parte di Instagram e Snapchat. Diversi utenti hanno infatti segnalato la presenza di una GIF di stampo razzista, apparsa fra i primi risultati della ricerca tramite la parola chiave crime (crimine).

LEGGI ANCHE: Screenshot nelle Storie? Instagram vi invia una notifica 

Si tratta di un’immagine animata che racchiude i più beceri cliché razzisti sulle persone afro-americane, scatenando l’indignazione di molti utenti, che hanno chiesto spiegazioni ad Instagram e Snapchat sulla presenza di una GIF così offensiva. I due social si sono affrettati ad interrompere l’integrazione di Giphy, per mettere a tacere le polemiche.

A discolpa di Giphy va chiarito che si tratta di un portale libero e gratuito, in cui gli utenti comuni possono caricare GIF di propria creazione e condividerle con altri utenti. L’algoritmo di controllo di Giphy non è infallibile e alcune immagini inadatte possono sfuggire alla rimozione automatica e farsi strada nell’indicizzazione del sito. Proprio per questo motivo, la risposta di Instagram e Snapchat sarebbe potuta essere più ponderata ed efficace, ma d’altronde non si può biasimare l’assenza di tolleranza verso ignoranza e odio, troppo spesso veicolati sul web. Al momento non è chiaro se la rimozione di Giphy sia solo temporanea, occorrerà attendere gli sviluppi di questa vicenda.

Aggiornamento29/03/2018 ore 19:45

Dopo essersi scusati per l’increscioso episodio venuto a galla lo scorso 8 marzo, Giphy è stato riammesso in Instagram e Snapchat a seguito della promessa di un controllo più efficace nei confronti di GIF che possono offendere la sensibilità di alcune persone.

Giphy ha infatti dichiarato di aver completamente rivisto il proprio sistema di moderazione delle GIF caricate dagli utenti: innanzitutto, l’intero catalogo di GIF è stato nuovamente sottoposto a controllo, per escludere le immagini che non rispettano gli standard della piattaforma. Inoltre, a partire da ora Giphy ha introdotto un ulteriore livello di moderazione, che dovrebbe filtrare più finemente quelle GIF inadeguate precedentemente sfuggite ai controlli. Il caso dunque, è chiuso.

CHANGES TO GIPHY’S STICKER MODERATION

Before we get into the details, we wanted to take a moment and sincerely apologize for the deeply offensive sticker discovered by a user on March 8, 2018. To anyone who was affected: we’re sorry. We take full responsibility for this recent event and under no circumstances does
GIPHY condone or support this kind of content. The content was immediately removed and after investigation a bug was found in our content moderation filters affecting stickers. This bug was immediately fixed and all stickers were remoderated. We have also finished a full investigation into our content moderation systems and processes and have made specific changes to our process to ensure something like this does not happen again.

THE CHANGES

After fixing the bug in our content moderation filters and confirming that the sticker was successfully detected, we re-moderated our entire sticker library 4x. We have also added another level of GIPHY moderation before each sticker is approved into the library. This is now a permanent addition to our moderation process. We hope this will ensure that GIPHY stickers will always be fun and safe no matter where you see them.

THE FUTURE AND BEYOND

GIFs and Stickers are supposed to make the Internet a better, more entertaining place. GIPHY is committed to making sure that’s always the case. As GIPHY continues to grow, we’re going to continue looking for ways to improve our user experience. Please let us know how we can help at: support@giphy.com.

Team Giphy.

Via: Neowin
  • TheJedi

    Qui ci stava la gif del bambino nero con anguria e pollo fritto che dice “dats racist” ??